La neo-lingua ed il vero significato delle parole


Oggi, parole come “stabilita’”, “democrazia”, “terrorismo” vengono utilizzate in un modo assai difforme, dando loro un significato addirittura opposto a quello che finora, generalmente, veniva dato. Quando ad esempio si sente dire che “le recenti rivoluzioni nel mondo arabo potrebbero permettere ad estremisti religiosi di minare la democrazia e la stabilita’ in Medio Oriente”, in realta’ si intende qualcosa di diverso. C’e’ la paura che questi mutamenti possano mettere a rischio la stabilita’ geopolitica dell’area dov’e’ concentrata gran parte dell’estrazione del petrolio, con conseguenti ripercussioni negative sui profitti delle multinazionali che attualmente vi operano, quindi sull’economia dei paesi piu’ ricchi ed influenti a livello globale, e sul tenore di vita di quell’elite che oggi e’ al potere.

Ecco come dovrebbero essere interpretati alcuni termini di uso comune.

  • Promuovere la democrazia – l’installazione in un altro paese di un governo amico per i nostri interessi.
  • Combattenti per la liberta’ – un esercito di terroristi che hanno il nostro sostegno.
  • Interesse Nazionale – gli interessi dei super ricchi.
  • Stabilita’ – subordinazione all'”interesse nazionale”, di solito ottenuta attraverso una guerra contro la popolazione.

Esempio: “Dobbiamo promuovere la democrazia in Nicaragua sostenendo i combattenti per la liberta’, perché e’ nell’interesse nazionale degli Stati Uniti promuovere la stabilita’ in America Centrale”.
Traduzione: “Dovremmo inviare armi a un esercito di terroristi che massacrano i civili, per rovesciare il governo democraticamente eletto del Nicaragua, a beneficio degli investitori degli Stati Uniti e per intimidire gli altri paesi consigliando loro di fare quello che diciamo noi”.

  • Moderati – termine tecnico riferito alla leadership politica, che significa: ”fanno quello che diciamo noi”.
  • Antisemitismo – opposizione all'”interesse nazionale” di Israele.
  • Fanatismo religioso – nazionalismo indipendente in uno stato che non segue gli ordini degli Stati Uniti e minaccia la stabilita’. Sinonimi: “nazionalismo radicale” o “nazionalismo fondamentalista”.

Esempio: “Dobbiamo sostenere le forze moderate in Medio Oriente in modo che il fanatismo religioso e l’antisemitismo non minaccino la stabilita’ della regione”.
Traduzione: “Dobbiamo sostenere quei dittatori che nella regione seguono gli ordini degli Stati Uniti e schiacciare il nazionalismo indipendente in modo che siano garantiti gli interessi economici e militari dell’America, Israele e dei loro alleati europei”.

  • Intervento umanitario – pretesto per un’aggressione contro un nemico, per ragioni geostrategiche.
  • Missione di pace – guerra che non puo’ essere dichiarata in quanto contrario ai dettami costituzionali.
  • Sicurezza interna – repressione violenta e brutale contro la popolazione.
  • Democrazia – una societa’ con economia di libero mercato capitalista.
  • Terrorismo – violenza contro di noi o i nostri alleati. La violenza fatta da noi e’ “contro-terrorismo”, per definizione.

Esempio: “E’ stato assolutamente necessario l’intervento umanitario in Iraq. La nostra missione di pace avra’ adesso lo scopo di assicurare al paese una sicurezza interna adeguata, necessaria per proteggere la sua fragile democrazia dal terrorismo”.
Traduzione: “Saddam Hussein se ne doveva andare. Gli abbiamo fatto la guerra anche se la nostra Costituzione ce lo impediva. Adesso abbiamo installato un governo nostro amico e lo proteggeremo qualora la popolazione locale volesse ribellarsi, anche a costo di ricorrere ad una repressione violenta e brutale”.

  • Neo-liberalismo – dominio economico in stile colonialista dei paesi piu’ deboli.
  • Democratico – uno stato senza barriere contro gli investimenti e la proprieta’ straniera.
  • Posti di lavoro – i profitti delle imprese.
  • Globalizzazione – economia mondiale controllata dalle multinazionali.

Esempio: “Gli Stati democratici adottano il capitalismo neoliberale perche’ hanno la saggezza di sostenere la liberta’ economica che oltre ad essere il piu’ efficiente sistema economico che l’uomo conosca per allocare risorse e capitali che consentono la creazione di moltissimi posti di lavoro, unira’ il mondo in un’economia globalizzata”.
Traduzione: “I paesi accettano la nostra politica economica perche’ sanno che se rifiutano, useremo la forza per aprire i loro mercati ai nostri investimenti. La guerra economica, il Fondo Monetario Internazionale, i “Piani di ristrutturazione”, la speculazione valutaria e il protezionismo, faranno crollare loro economie cosicche’ le nostre aziende possano saccheggiarle e generare cosi’ ingenti profitti”.

Percio’, ogni volta che leggiamo una notizia sul giornale o ascoltiamo il tg, dobbiamo tenere conto innanzi tutto di come sono cambiate le parole, ed interpretarle secondo il loro nuovo significato. Salvo che, in questo terzo millennio in cui la neo-lingua descritta da Orwell sta facendosi sempre piu’ strada senza che nessuno faccia qualcosa per contrastarla, non si riesca nuovamente, come gia’ avvenuto altre volte nel passato, ad accendere la luce della “Ragione”. A patto che non venga cambiato il significato anche di questa parola.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: