Archive for the ‘Islam’ Category

Il burqa d’Occidente e’ la taglia 42

3 ottobre 2011


Fu in un grande magazzino americano, nel corso di un fallimentare tentativo di comprarmi una gonna di cotone, che mi sentii dire che i miei fianchi erano troppo larghi per la taglia 42. Ebbi allora la penosa occasione di sperimentare come l’immagine di bellezza dell’Occidente possa ferire fisicamente una donna e umiliarla tanto quanto il velo imposto da una polizia statale in regimi estremisti quali l’Iran, l’Afghanistan o l’Arabia Saudita”. (more…)

Annunci

Sotto il Burqa

30 agosto 2011


Joumana Haddad, poetessa libanese, editrice della rivista erotica in arabo Jazad (Corpo), ed autrice di numerosi libri, tra cui l’ultimo “Ho ucciso Scheherazade”, intervistata per la rivista americana Marie Claire, ci parla della condizione delle donne arabe, e di cio’ che la “Primavera Araba” significa realmente per loro.

Qual e’ il piu’ grande tabu’ sessuale nel mondo arabo?

Fare sesso prima del matrimonio. L’onore di tutto il mondo arabo giace tra le gambe della donna araba. E’ un fardello davvero pesante. Non so come riesca camminare. C’e’ tanta ipocrisia, come la pratica della “imenoplastica”, cioe’ farsi ricostruire la “verginita’” prima di sposarsi. (more…)

La neo-lingua ed il vero significato delle parole

4 luglio 2011


Oggi, parole come “stabilita’”, “democrazia”, “terrorismo” vengono utilizzate in un modo assai difforme, dando loro un significato addirittura opposto a quello che finora, generalmente, veniva dato. Quando ad esempio si sente dire che “le recenti rivoluzioni nel mondo arabo potrebbero permettere ad estremisti religiosi di minare la democrazia e la stabilita’ in Medio Oriente”, in realta’ si intende qualcosa di diverso. (more…)

Come pesci in un acquario

27 febbraio 2011


Baud mi ha scritto: “Oggi la stragrande maggioranza delle persone sono diventate come delle piccole isole, o meglio dei piccoli sommergibili a tenuta stagna. Dentro hanno pensieri, concetti, modi di essere cristallizzati ben presto nella loro vita.”

Non e’ semplice trovare una spiegazione a questo fenomeno. Oltretutto, credo anche che cio’ che potrebbe emergere dalle mie parole rischierebbe di non essere gradito a chi vive di antiche glorie culturali, convinto che bastino le vestigia di un passato che fu per sentirsi a posto con la propria coscienza, sicuro di poter vivere di rendita su quanto accumulato dai suoi antenati, cosi’ da essere immune a quel richiamo che da piu’ parti del mondo inizia a farsi sentire sempre piu’ forte. Un richiamo che, per essere sentito, occorre che la membrana che ci avvolge venga spezzata, e dal bozzolo dell’individualismo si liberi infine una farfalla. (more…)