Il sangue di tutti


L’immagine e’ eloquente (la si puo’ ingrandire cliccandoci sopra) e non ha bisogno di molte spiegazioni. Mostra in modo inequivocabile quanto la superiorita’ della razza sia un concetto assurdo, illogico, stupido, inventato da persone stupide, al quale solo chi e’ stupido, oppure in malafede, puo’ credere.

Anche se apparteniamo a nuclei familiari diversi, anche se non parliamo la stessa lingua, anche se abbiamo pelle, occhi e capelli di colori differenti, anche se abbiamo idee, valori e sentimenti contrastanti, anche se c’e’ chi e’ ricco oltre ogni immaginazione e chi non ha neppure i soldi per mangiare una ciotola di riso, siamo tutti parenti perche’ in ciascuno di noi scorre lo stesso identico sangue incrociato e mescolato almeno due volte.

Qualcuno lo dica per cortesia a Borghezio, a Maroni, a Bossi, ma anche a Gàbor Vona, a Daniel Srb, a Timo Soin, a Geert Wilders, a Marine Le Pen, a Heinz-Christian Strache, a Philip Dewinter, e a tutti quegli xenofobi che si ammantano di simboli, bandiere, stendardi e gagliardetti per sentirsi parte di una razza superiore, perche’ forse non hanno ancora capito che nelle loro vene, come nelle vene di chiunque, scorre il sangue di ogni popolo che esiste sulla terra. Il sangue di tutti. Persino quello zingaro.

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: