Scena erotica


Azione!
Bussi alla porta. Ho un sobbalzo, spaventata. Anche se ti attendevo, ho il cuore che mi batte forte. Mi alzo. Svelta. Svelta. Vado allo specchio e mi sistemo i capelli. Li raccolgo. M’inumidisco le labbra. Ho il respiro affannato. Svelta. Svelta. Apro la porta. Entri piano. Mi guardi negli occhi. Chiudi la porta dietro di te. Non parli. Non pronunci una sola parola. Non mi dici nemmeno “Ciao”. Eviti persino un banale “Come stai?”. Subito mi spingi con le spalle verso il muro e mi tieni ferma li’, appoggiata, col tuo corpo aderente al mio. Mi spremi fra le braccia. Annuso il tuo collo. Annuso la tua passione. Ti stacchi da me. Fai qualche passo nella stanza. Cerchi una sedia. Ti siedi. Mi afferri per un braccio e mi tiri verso di te. Mi metto a cavalcioni sulle tue gambe. Mi prendi la testa tra le mani. Provi a baciarmi, ma io resisto. Tengo la mia bocca a un centimetro dalla tua e bevo il desiderio dal tuo respiro. Con la punta della lingua mi lecchi il labbro superiore. Poi tiri forte la mia faccia verso la tua. Ti mordo le labbra e succhio una goccia di sangue che esce. Avresti voglia di gridare “ahi” per il dolore, ma non lo fai. Io penso “wow”, e mi si bagnano le mutandine.
Stop!


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: