Transylvania


Fatemi un favore, se vi capita, qualora lo trovaste in giro, in dvd, in internet oppure in qualche cinema di periferia (esistono ancora?)… non fatevelo scappare. Non potete non vederlo. Nen e’ consentito. Non ve lo permetto.

Guardatelo tutto, dall’inizio alla fine, senza far commenti, senza interruzioni. Guardatelo in silenzio. Cercate di coglierne i colori, ascoltarne i suoni, gustarne i sapori, gli odori che, sono sicura, vi arriveranno dallo schermo e che, anche il giorno dopo vi sentirete appiccicati addosso. E poi tornate qui e ditemi tutto cio’ che ha suscitato dentro di voi.

Non staro’ a raccontarvi la trama. Sarebbe banale e persino inutile perche’, anche se carica di poesia, non e’ certo la trama la cosa piu’ interessante. Vi mostrero’ solo alcune scene secondo me fra le piu’ suggestive cosi’ da sollecitare un po’ di curiosita’, e per farvi capire che, se per caso vi piacessero solo i cinepanettoni e i colossal targati Hollywood, perdereste tempo con questo film e comprendereste con certezza assoluta che non avreste niente, ma proprio niente, in comune con me.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: