L’orgasmo femminile


Nel nostro percorso per ampliare la conoscenza sui misteri della Natura, ci soffermeremo oggi sul tema che, piu’ di tutti, ha nei secoli sollecitato la curiosita’ delle migliori menti: l’orgasmo femminile.
Molti studiosi trascorrono lunghe estenuanti giornate (e nottate) dedicandosi alla ricerca delle dinamiche che muovono la risposta sessuale femminile, nel tentativo di scoprire il meccanismo che regola il raggiungimento dell’orgasmo. Purtroppo a tutt’oggi le ricerche in questo campo sono a un punto morto. Pochi sono stati i risultati soddisfacenti e quasi sempre con gravi ripercussioni sulla vista dei ricercatori.
Poiche’ cio’ contempla un’indagine seria ed approfondita del fenomeno, al fine di saperne di piu’ un nostro inviato si e’ recato in Ungheria dove, in un isolato casolare al confine con la Slovacchia, vive l’unica persona in grado di dare un’esauriente risposta alle nostre domande. Stiamo parlando della piu’ grande esperta al mondo in materia di orgasmo femminile: la professoressa Szôllôssy Szabó Szófia Klára.

***

“Buongiorno, professoressa Szô… Szôl…”
“Szôllôssy Szabó” sibilo’ la donna visibilmente contrariata e con un inconfondibile accento magiaro. “Ma se le sembra troppo difficile, puo’ chiamarmi professoressa, prego!”
”Perfetto, professoressa, direi che e’ meglio, Vorrei andare subito al sodo della questione e chiederle cosa pensa di quello che per molte persone resta ancora oggi un vero mistero: l’orgasmo femminile.”

Dopo una lunga pausa, durante la quale l’accademica resto’ in silenzio a pensare guardando al di sopra del bordo dei suoi spessi occhiali, sporgendosi in avanti inizio’ a parlare agitatamente.

“Ragazzo mio, voi uomini non avete alcun problema con orgasmo. Vostra appendice fisica vi permette di vedere e sentire a che punto e’ vostro stato di eccitazione. E qwesto e’ un grande vantaggio per voi. Mentre per noi… beh… per noi…”

Smise di parlare, e lentamente si appoggio’ allo schienale della poltrona in pelle, come a ricordare momenti di un lontano passato, con gli occhi chiusi e le mani strette a pugno appoggiate in grembo. Poi, come uscendo da un sogno, chinandosi in avanti continuo’.

“Noi donne non siamo come voi. Nostri genitali sono … come si dice in vostra lingua? … Un bollitore adatto a cwocere diversi tipi di pesci, ecco! Ho trascorso decenni in ricerca di qwali fossero gli stimoli che portano donna a orgasmo in un tempo molto breve, ma ancora io non so dare una vera e propria spiegazione”.
“Vuole dire che anche per lei resta un mistero insolubile?”
“Cerchi di non interrompere, prego!” abbaio’. “Deve capire che donne devono essere molto rilassate per raggiungere orgasmo. Percio’ uomo ha bisogno di utilizzare determinate tecniche per far sentire partner a suo agio.”
“Quali tecniche, professoressa?”
“Non mi interrompa! E’ importante che uomo faccia sua parte per rendere donna disponibile. Donna deve avere coccole, tantissime coccole. Uomo deve viziarla di coccole. Cosi’ lei si lascia andare. Qwindi, per prima cosa, ragazzo mio, coccole, coccole, coccole. E poi ci vuole ambiente adatto, con illuminazione morbida e sensuale. Meglio se con candele profumate per fornire giusta atmosfera. Inoltre, musica rilassante, con melodia dolce e anche un po’ misteriosa … ma non troppo alta. Mai troppo alta, o uomo non riuscira’ a sentire grida di giubilo in momento critico. Io, per esempio, sono sempre stata amante di musica da qwando mia madre non poteva smettere di cantare “Minden vagyam visszaszall Oda hol az edes hazam var Zold erdo viragos ret S all a regi regi hazam meg…”
“Ehm… potrebbe consigliare un tipo di musica in particolare?”
“Igen! Naturalmente! Qwalcosa di adatto a ritmo che deve avere orgasmo” rispose con un compiacimento che sfiorava l’arroganza.
“Tipo: ‘You Can Leave Your Hat On’?”
“Nem…” sospiro’ con voce quasi impercettibile, “Touch me, feel me!”.
“Scusi?”
“Questo e’ nome di musica! Cosa lei ha pensato?”
” … Ehm, vada avanti, professoressa.”
“Qwalcuno potrebbe dire che i brani adatti per risvegliare libido femminile sono qwelli di film erotici come ‘9 settimane e ½’, ma ho scoperto attraverso numerosi esperimenti che ritmo sincopato e’ estremamente piu’ stimolante.”

Entro’ quasi in uno stato di trance, torcendosi le mani continuamente mentre si sporgeva in avanti dalla poltrona.

“E poi cibo”.
“Cibo?”
“Igen … cibo … e deve essere cibo giusto. Niente fast-food!”
“Neanche pizza take-away?”
“Niente take-away, da asporto, o schifezze del genere” rispose con voce acuta, scalata di alcune ottave. “Cio’ che ci vuole e’ un bel filetto di salmone cotto in camicia e leggermente adagiato su un morbido letto di rucola selvatica, con punte di asparagi e patate novelle gocciolanti, gocciolanti di burro, capisce?… E bere … solo il migliore champagne … tutte qwelle bollicine che indicano sorgere di desiderio piu’ profondo, che emerge verso superficie pronto a trasformarsi in fluido che sgorga da fonte di piacere. Qwesto e’ segreto di orgasmo! Donna dovrebbe adagiarsi e uomo essere sottomesso, ma anche concentrarsi su precisi segnali. Deve guardare bocca di donna e vedere come labbra diventano umide. Guardare molto attentamente e vedere qwando arriva tremito lieve da angolo di labbra. Qwesto dira’ che tempo e’ molto, molto vicino.”
“Tempo?”
“Si’ mio ingenuo ragazzo!” esclamo’ eccitata battendosi il pugno sulla coscia. “Il momento in cui deliziosa sostanza cremosa fluida deve essere somministrata da uomo!”
”Beh, e’ la prima volta che lo sento descrivere in questo modo, ma vada avanti…”
“…Il momento di introduzione di nettare cremoso, e’ di importanza vitale. E’ necessaria concentrazione massima e uomo deve scegliere momento giusto per andare al frigorifero.”
“Al frigorifero???”
“Si’, al frigorifero!” ripete’ “Non vorra’ che donna perda sua eccitazione, vero?”
“Assolutamente no. Ma non capisco…”
“Häagen-Dazs! Il gelato!”
“Il gelato…? Che c’entra il gelato? Io avevo pensato…”
“Lo so cosa ha pensato! La smetta di interrompere, ignorante!”
“Mi dispiace, professoressa. Continui.”
“Una vaschetta da mezzo chilo dovrebbe bastare, ma anche un po’ di sciroppo dolce e’ vitale. A qwesto punto guardare come pupille di donna si dilatano qwando suoi occhi vedono vaschetta di gelato, e osservare con molta attenzione come suo respiro diventa piu’ pesante qwando uomo toglie coperchio avidamente, rivelando il cremoso interno sensuale. Tuttavia, e’ necessario attendere qwando suoi movimenti saranno sempre piu’ a scatti, incontrollati e … vede? … Poi uomo prende grosso cucchiaio… qwindi aspetta che lei geme debolmente, ma sempre piu’ frequentemente, e inizia a imboccarla con cucchiaio, a grandi boccate. Subito donna inizia a muovere cosce in modo ritmico. Ritmo che diventa sempre piu’ veloce. E cosi’ donna geme sempre piu’ forte come uomo infila cucchiaiate sempre piu’ grosse di gelato in sua bocca. Eccitazione cresce e donna mormora parole come ‘oh Dio, si’… che bello!’ o anche ‘ne voglio di piu’, ancora di piu’!’ … E uomo deve essere pronto. Mentre lei e’ preda di frenesia, uomo prende bottiglia di sciroppo… e schizza contenuto sopra gelato rimanente. Se uomo e’ veramente fortunato e fa tutto qwesto con tempo giusto, donna gridera’ suo nome in estasi quando lui le infilera’ in bocca ultima parte di gelato rimasta in vaschetta. Qwindi lei cadra’ su divano, esausta. E come chiudera’ sue palpebre, piano piano, pronuncera’ qwelle parole che ogni uomo vuole sentirsi dire: ‘Oh, grazie, e’ stato orgasmo piu’ meraviglioso che abbia mai avuto.”

Accasciata nella sua poltrona, respirando con difficolta’, col sudore sul viso, si asciugo’ gli occhiali con mano tremante e continuo’ a parlare.

“Ca … ro… il mio ragazzo” sospiro’ “capito come funziona?”
“Aspetti un attimo, professoressa, se e’ cosi’ a cosa servono i genitali? Non giocano alcun ruolo?”
“Oh no, caro ragazzo. No. I genitali? Oh, mio dio, no. Ho fatto molte ricerche in qwel campo. Posso ammettere che massaggio vaginale a volte crea una certa euforia, ma non e’ nulla rispetto a qwello che ho appena descritto. Manipolazione dei genitali e’ una forma di stimolazione primitiva e goffa che produce un caleidoscopio di immagini nella mente, ma misurazioni di onde cerebrali che ho effettuato durante fase orgasmica, hanno definitivamente dimostrato che esiste una correlazione diretta tra grafico Ciryl Precox e l’analisi spettrografica del colore Blu oltremare in caso di eccitazione clitoridea, comparando i modelli di stimolazione di piccole labbra…”
“Ehm … mi scusi, professoressa, mi sto perdendo.”

In quel momento la porta si apri’ ed entro’ un’infermiera.
“Ah, e’ qui signora Szôllôssy, l’ho cercata dappertutto. E’ il momento della sua medicina.”
L’infermiera fece alzare la donna dalla poltrona e l’accompagno’ fuori della porta nel corridoio poco illuminato.
“La vedo agitata. Credo che avra’ bisogno di due iniezioni stasera” le disse mentre si allontanavano nell’oscurita’ “E poi l’attende una bella ciotola di zuppa a cena…”
“Spero che sia zuppa di piselli e poi wurstel con pancetta affumicata, vero?”
“Certamente!” esclamo’ l’infermiera accarezzandola con affetto.
“… E… gelato?”
“Oooh, bambina cattiva! Va bene, se si comportera’ bene avra’ anche un po’ di gelato. Pero’ deve dirmi: che cosa ci faceva seduta in poltrona in quella stanza vuota?”

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: