Chi sapra’ farmi godere a Milano?


Uomo, donna, si sa, per me non fa alcuna differenza. Cerco chi sappia donarmi un attimo di sublime godimento. Un orgasmo come non ho piu’ da molto tempo, di quelli che poi mi lasciano senza energie, ansimante, con dentro quella sensazione di pace, appagamento, gratitudine e – perche’ no – anche un po’ d’amore per la persona che ha soddisfatto la mia voglia. Non e’ qualcosa che avviene spesso, non e’ qualcosa che chiunque e’ in grado di fare. Farmi godere nel modo giusto non e’ facile. Si devono possedere precisi requisiti. Adesso vi spiego…

Cio’ potrebbe sembrare un invito ad un appuntamento al buio, ad una notte di trasgressione, alla realizzazione di una perversa fantasia. Conoscendomi potrei anche esserne capace. Non sarebbe la prima volta: un viaggio a Milano, un incontro in stazione, pochi preamboli, una cena a lume di candela e poi a casa mia o in qualsiasi altro luogo a dar sfogo all’animalita’. Ma alla fine sarebbe un orgasmo come tanti, di quelli che ho provato migliaia di volte. Cosa cambierebbe? La persona? Gli odori? Le sensazioni? Non credo. Sarebbe esattamente come le altre volte; una scopata, magari un po’ piu’ partecipata, piu’ intensa, piu’ violenta di altre oppure piu’ dolce, piu’ romantica, piu’ intrisa di tenerezza, ma comunque una normalissima scopata. L’orgasmo che voglio, invece, e’ qualcosa di piu’. Qualcosa che mi mandi via di testa facendomi volare.

Chi potrebbe farlo? Chi saprebbe essere cosi’ generoso da donarmi quello che voglio dedicandosi a me completamente per farmi sentire la donna piu’ importante e desiderata del mondo? Perche’ e’ questo che mi ci vuole per andare in visibilio, e’ questo che mi eccita piu’ di ogni altra cosa, e’ questo che mi rende davvero disinibita, spudorata… troia. Sentirmi importante, amata, desiderata al punto che l’altra persona per me farebbe qualsiasi cosa. Proprio qualsiasi, arrivando a fare cio’ che non farebbe mai con nessun’altra.

C’e’ chi sostiene che per questa mia sete inesauribile, che non si placa fin quando non ho ottenuto cio’ che voglio, io sia per certi versi troppo impegnativa. Una donna che pretende troppo. Sembra che ogni partner, con me, sia costantemente sottoposto a stress. Non so se sia realmente cosi’. Anche se lo fosse, questo non sarebbe un mio problema, ma un problema di chi volesse eventualmente starmi accanto. Posso dire pero’ che non potrei mai provare un sentimento, d’amicizia, amore o altro, per chi non mi desse tutto cio’ di cui fosse capace.

Questo significa pretendere troppo? Essere pesante, difficile, impegnativa? Non lo so, ma in altro modo non saprei essere. Sono cosi’ e basta e chi vuol stimolare il mio interesse deve saperlo fin da subito: nell’amicizia, come nell’amore ed anche nel sesso, non mi accontento di poco, del minimo indispensabile, di cio’ che normalmente “viene dato a tutti” e che “tutti possono avere”. No. Io desidero di piu’… molto di piu’. L’uomo o la donna che, quindi, vorra’ rendere concreta e vera questa mia fantasia, non potra’ essere una persona qualunque. Dovra’ essere speciale.

Ovviamente, come ho specificato nel titolo, e’ indispensabile che sia di Milano. Altra caratteristica che richiedo e’ quella che non abbia l’originale intenzione di votare per Pisapia domenica prossima al ballottaggio. Chi avesse intenzione di dare il suo voto alla Moratti sarebbe l’ideale, ma andrebbe bene anche chi avesse deciso di non votare.

C’e’ chi dice che sono perversa, ed ha ragione. Al solo pensarci le dita mi scendono da sole in grembo e cominciano a muoversi automaticamente, e come ogni volta sento quella piacevole sensazione di formicolio dentro la pancia. La mia esigenza nasce pero’ da un motivo ben preciso: per raggiungere l’orgasmo che voglio io, pieno, completo, soddisfacente fino alla fine, Pisapia dovra’ ottenere almeno un voto in piu’ della Moratti. Solo cosi’ mi si vedra’ andare in estasi e vi assicuro che quando accade, me lo dicono tutti, sono uno spettacolo: la mia libido si scatena, divento folle, perdo ogni freno inibitorio, un’assatanata che non si placa se non dopo aver goduto una, due, tre volte…

Ebbene si’, se ancora non lo si fosse capito, sono anche multiorgasmica. Ma solo con chi ci sa fare.

Lo so, potrei farlo anche da sola. Potrei salire su un treno, arrivare a Milano, ritirare il certificato elettorale, raggiungere il seggio e mettere la croce sul mio candidato preferito, che e’ Pisapia, ma purtroppo ci sono dei problemi seri che m’impediscono di allontanarmi da casa in questo momento. Considerati i tempi di viaggio, per venire a Milano a votare impiegherei come minimo tre giorni, e questo non posso proprio permettermelo. E poi, a pensarci bene, messa nel modo in cui l’ho messa, assomiglierebbe piu’ ad una masturbazione ed invece avrei voglia di ben altro…

Chi sapra’ dunque farmi godere a Milano? Chi vorra’ donarsi a me completamente? Chi fara’ per me cio’ che non farebbe mai per nessun’altra? Chi riuscira’ a farmi sentire cosi’ importante da farmi bagnare le mutandine al solo pensiero? Chi votera’ Pisapia, donando quel voto a me che non posso farlo? Chi, seppur per un’unica volta, mettera’ da parte le sue convinzioni politiche per rendermi felice portandomi al godimento sublime?

Sarebbe una cosa bellissima, qualcosa di nuovo, un dono che non ho mai ricevuto, una sensazione mai provata che mi farebbe struggere dentro fino a liquefarmi completamente. Tuttavia, so che, nonostante questo sogno, e’ molto difficile che esista qualcuno con tutte le caratteristiche che ho elencato, che sia cioe’ in grado di realizzare completamente i miei desideri. Pero’, vorrei credere che questa persona esista e che lanciando il mio messaggio nel mare del web qualcuno da qualche parte, chissa’, possa raccoglierlo e decida che far


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: