E’ l’amore!


In un libro di chimica e’ scritto che quando mi hai vista per la prima volta qualcosa e’ accaduto. In quell’attimo il tuo sistema nervoso ha trasmesso segnali in codice al tuo cervello, poi la tua ghiandola endocrina ha iniziato ad emettere ormoni d’ogni tipo, e attraverso il sangue li ha inviati come messaggeri ai tuoi sensi che si sono infiammati…

Cio’ che e’ accaduto e’ semplicemente l’amore!

Nel libro ho letto che ti sei innamorato per via delle endorfine. Pare sia stato l’effetto del testosterone, pero’ dovresti ringraziare anche la luliberina, ma senza dimenticarti della dopamina che, scaltra, ti sussurrava all’orecchio: “Cerca la sorgente del piacere!”

Tu l’hai cercata quella sorgente e l’hai trovata in me, ma e’ stato solo grazie alla chimica che e’ potuto accadere. Il colpo di fulmine e’ solo una reazione biologica erudita, un cocktail complesso di sostanze dai nomi impossibili, una complicata alchimia che non ha niente di magico o poetico. E’ un fiotto di sangue nelle arterie, una corrente elettrica che attraversa le cellule ed anche un po’ di magnetismo. Ecco cos’e’.

E’ tutto spiegato in quel libro: la norepinefrina, la stessa che m’inturgidisce i seni, e’ quella che toglie il respiro e ti piega le ginocchia, ed e’ la feniletalamina che dilata le pupille e ti fa tremare dentro ogni volta che la tua mano sfiora la mia. Poi non devi trascurare l’ossitocina, perche’ e’ per causa sua che sei convinto di esser parte di me, mentre la serotonina ti fa vincere la noia e non ti stanchi mai di restarmi accanto. Quanto alla vasopressina, poi… beh, bisogna ammettere che e’ davvero un’invenzione diabolica. E’ lei, infatti, la responsabile di quell’aggressiva gelosia che chiami passione.

No, quello che senti non e’ altro che adrenalina. In fondo tutto e’ soltanto adrenalina, ed e’ per questo che ti sei innamorato di me. Il meccanismo e’ semplice, lo afferma il mio libro e non c’e’ motivo di dubitarne: feromoni di un certo tipo, rilasciati dal corpo al primo contatto, eccitano la materia grigia e provocano quel languore che diventa a poco a poco attrazione che soggioga, poi disordine funzionale, poi ossessione compulsiva, poi bisogno, dipendenza, assuefazione, avvelenamento…

E’ un avvelenamento, lo dice la chimica, non lo dico io. Ed il veleno e’ l’amore!

E=mc², invece, ad asserirlo e’ la fisica. Se mi trovi dunque meravigliosa, unica, speciale, senza paragoni e non vedi in me ne’ difetti ne’ le debolezze, e’ solo perche’ la relativita’ regna sovrana nell’universo, e la relativita’, cosi’ come l’avvelenamento, e’ l’amore.

In questo modo, con le cifre, gli strumenti e le stratigrafie, gli esperti esaminano i fenomeni della gelosia e dell’adulazione, studiano il fascino e la seduzione, decifrano i segreti della passione e delle ore trascorse ad attendere uno squillo di telefono, e poi il mistero della gola che si restringe, e del cuore che impazzisce, e il desiderio che arde e incendia il corpo ed i vestiti, e quella sensazione inebriante di galleggiare sospesi in un mondo dai colori ed i suoni diversi, ma condivisi.

Credimi, ad essere romantica e’ la testa, non certo il cuore; lo affermano anche i radiologi: e’ nella scatola cranica, non nel torace, che nasce l’amore. I miei fidati libri scientifici non possono sbagliare e tutte le mie enciclopedie sull’argomento lo assicurano, non c’e’ motivo di meravigliarsi; e’ tutta una questione di geni, enzimi, dosi, equazioni e formule. E’ dimostrato. Non devi sorprenderti quindi se, quando mi guardi, senti un cuore che batte nel tuo cuore, e ne senti un altro ancora battere dentro quello, e poi un quarto, e un quinto, all’infinito, come cerchi concentrici ed eterni sulla superficie di un lago.

E quando da quei cerchi appare un nome, quel nome e nessun altro, il nome che tu sai mi appartiene, senza dubbi ne’ paure, senza alcuna spiegazione, ne’ logica, ne’ analisi, ne’ scienza, vita donata per vita ricevuta, con la naturalezza di un fiore selvatico che cresce senza averne coscienza o di un fiocco di neve che si posa morbido senza scegliere dove, quando con un unico lancio di dadi vorresti offrirmi tutti i tuoi giorni e tutto te stesso senza chiedere niente in cambio…

In quel momento e solo in quel momento puoi davvero dire: “Questo e solo questo e’ l’amore!”


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: