Archive for gennaio 2011

Le mutandine

26 gennaio 2011


L’uso di qualcosa che coprisse il pube risale addirittura alla preistoria, ma erano perlopiu’ indumenti usati per proteggere quella parte del corpo maschile indispensabile per la diffusione della specie e al tempo stesso assai vulnerabile. (more…)

La famiglia nomade e la democrazia

22 gennaio 2011


Spesso ho sentito paragonare gli zingari con i nativi del Nord America. Chi e’ convinto che i due gruppi abbiano radici comuni, afferma che entrambi possiedono caratteristiche che li differenziano dal punto di vista etnico e culturale da tutti gli altri, hanno in comune la propensione al nomadismo, ed anche la particolare foggia degli abiti femminili, i tratti fisici ed il colore della pelle dimostrerebbero un collegamento. (more…)

Una storia dal nulla

17 gennaio 2011


Una storia nasce dal nulla, con una parola, con un sussurro soffiato nel vento. La realta’ cresce lentamente, lettera su lettera, parola su parola. Ripeto le parole che mi nascono dentro, talvolta ne creo io stessa alcune, e la realta’ continua a crescere, cosi’ come crescono le sensazioni che si espandono sempre di piu’. Freddo, umido, rivoli di pioggia che mi rotolano giu’, leggeri, lungo la pelle e si raccolgono inumidendomi la maglietta ed i jeans… (more…)

Donne magiare

15 gennaio 2011


Che io sia ungherese piuttosto che ceca, slovacca, serba, croata, macedone, bulgara, romena, moldava, ucraina, polacca, baltica, russa o nata il qualsiasi altro luogo dell’est Europa, ha poca importanza. Ho sempre creduto che in fondo siamo tutte quante sorellastre, figlie di uno stesso padre, il comunismo sotto il quale abbiamo vissuto alcuni anni della nostra vita, e di madri diverse, cioe’ le nostre differenti e specifiche culture nazionali. (more…)

La cantatrice del villaggio

7 gennaio 2011


Si racconta che un tempo vivesse nel regno d’Ungheria una cantatrice dalla voce bellissima, talmente brava da essere richiesta in tutte le corti reali. Per anni si era esibita nei teatri piu’ famosi, aveva rallegrato i salotti piu’ esclusivi, e la sua notorieta’ l’aveva fatta diventare molto ricca. Fino a quando un giorno scomparve, e di lei nessuno seppe piu’ nulla. (more…)

Epifania

6 gennaio 2011


Di nuovo a Milano. Dopo aver trascorso il Natale ed il Capodanno a Firenze, citta’ sempre e comunque deliziosa, in cui la gente sembra vivere di uno spirito diverso da quello milanese, ho deciso a malincuore di intraprendere il viaggio di ritorno. Dovevo farlo, non potevo prolungare ulteriormente la mia vacanza, e sono partita stamattina. Oltretutto, viaggiare nei giorni festivi e’ secondo me comodissimo; poca gente e, chissa’ come mai, treni sempre perfettamente in orario. (more…)

Libera

2 gennaio 2011


Voglio risvegliarmi ogni giorno con questa piena sensazione di Liberta’. Ogni mattina quando apro gli occhi la voglio sentire li’, presente, ed e’ la prima cosa a cui penso perche’, se per qualche motivo finisse, se mi accorgessi che e’ scomparsa e che non e’ piu’ con me, da quel momento in poi so che avvizzirei, e mi consumerei piano piano, fino a che di me non resterebbe piu’ niente. (more…)