Archive for novembre 2010

Amo

28 novembre 2010


Amo l’intelligenza, amo la sincerita’, amo la generosita’, amo chi sa parlarmi ma lascia spazio anche alle mie parole, amo chi sa insegnarmi cio’ che ancora non ho imparato, amo chi sa incuriosirmi e chi e’ incuriosito da me, amo chi sa ascoltarmi ma resta affascinato anche dai miei silenzi, amo le persone non banali che non si sforzano per esserlo, amo i cani che abbaiano ed i gatti che miagolano, amo la creta bagnata che prende forma sotto le dita ma la amo anche quando, ormai asciutta, resta fragile al tocco. Amo… e vorrei essere amata allo stesso modo. Amata come puo’ essere amata la liberta’. (more…)

Insulto e rutto libero

24 novembre 2010


Ho capito una cosa… anzi, da un po’ di tempo non ci facevo piu’ caso, ma l’ho riscoperta sempre piu’ attuale: per molte persone non e’ importante l’argomento di cui si discute, cio’ che conta e’ sfogare quello che hanno dentro, qualsiasi cosa si tratti. Dimostrare la validita’ delle proprie tesi, infatti, non e’ esigenza di confronto, ma qualcos’altro che ha a che fare molto piu’ con aspetti psicologici che, con cio’ di cui si discute, non c’entrano niente. (more…)

Vampiri di emozioni

19 novembre 2010


Chi solo da poco tempo frequenta il web sicuramente non ha mai avuto l’occasione d’incontrarle, creature della notte che popolano questo bizzarro mondo virtuale e che, come anime senza pace, vagano alla ricerca di ignare prede da attirare nella loro trappola. Chi non sa sottrarsi, inevitabilmente finisce in un incubo partorito da menti perverse, il cui solo scopo e’ trovare i protagonisti da infilare nelle loro assurde soap opera, cosi’ da poterli prosciugare di quell’energia emotiva, che e’ poi la sostanza di cui si nutrono. In Italia non sono ancora conosciuti, mentre altrove, dove Internet ha preso campo da molto piu’ tempo, rappresentano un fenomeno ben noto. Sto parlando dei Vampiri di emozioni. (more…)

Qualcosa di me

16 novembre 2010


Atzinganoi e’ un termine greco che significa “intoccabili”. Da esso derivano le parole “tzigani” e “zingari” diffuse per indicare un insieme di diverse etnie, principalmente Rom ma anche Sinti e Kale’, originariamente ritenute nomadi e accomunate da un medesimo idioma linguistico: il Romanes. Sono certa che a questo punto qualcuno pensera’: “Oh no… un altro post sugli zingari!” Si’ lo so, rischio di diventare pesante e comprendo che l’argomento possa ad alcuni non interessare, ma devo mantenere una promessa che ho fatto. (more…)

Il puro e l’impuro

10 novembre 2010


Piu’ volte mi hanno chiesto se avessi un dio in cui credere. So bene quanto sia importante per certe persone riconoscersi in una fede, in una religione, ma so anche che le religioni e le fedi possono portare all’intolleranza, al settarismo finanche a quelle persecuzioni delle quali il mio popolo e’ sempre stato vittima sin da quando secoli fa, partendo da un punto imprecisato nel nord dell’India, si e’ messo in cammino. E da allora non si e’ mai fermato. (more…)

Che cos’e’ una escort oggi?

9 novembre 2010


Riporto di seguito un articolo che mi riguarda apparso oggi su AgoraVox Italia, su Facebook e pubblicato da Cogito Ergo Vomito, blogger con il quale intrattengo rapporti fin da quando scrivevo su Mentecritica, che nei giorni scorsi ha voluto scambiare con me quattro chiacchiere a proposito di quella che e’ stata la mia esperienza di escort, di come sia interpretata oggigiorno la figura della prostituta d’alto bordo e di tutto quel mondo che gira intorno alle notizie di cui si parla tanto a proposito dei recenti accadimenti che coinvolgono la politica italiana e non solo. Buona lettura. (more…)

I capelli nuovi dell’imprenditore

5 novembre 2010


Molti anni fa, in un paese piccolo piccolo abitato da gente piccola piccola, viveva un imprenditore che era sceso in campo prestandosi alla politica e, grazie ai suoi soldi e alle sue amicizie, era diventato presidente. L’imprenditore aveva pero’ una mania, una cosa alla quale non poteva rinunciare: essendo pelato, ci teneva a mettersi in testa sempre dei parrucchini. Li cambiava di continuo, li aveva di ogni tipo e di ogni colore, e se ne faceva fabbricare sempre di nuovi da usare in ogni occasione, spendendo moltissimi dei suoi soldi per acconciarsi elegantemente. (more…)

Un sogno infranto

4 novembre 2010


Il giro di danza rituale intorno al fuoco lo ipnotizzo’ irrimediabilmente e guardando quegli occhi, luminosi come due piccole stelle, all’improvviso si senti’ perduto in uno strano mondo. (more…)

Titanic

2 novembre 2010


Adesso basta! Non so voi, ma io non ne posso proprio piu’ di certa gente che infesta le istituzioni di un Paese che amo e del quale vorrei ritornare ad essere nuovamente orgogliosa. Anche l’Italia, come l’Ungheria, fa parte di me, della mia vita, della mia cultura, dei miei affetti e delle mie tradizioni. Benche’ non lo voglia ammettere, non posso ignorarlo. Sono cresciuta imparando la sua lingua, ho studiato la sua Storia, la sua Letteratura, vi ho conosciuto tante belle persone e quando ho un po’ di tempo ci torno sempre volentieri, nonostante negli ultimi anni abbia assistito tristemente alla sua progressiva degenerazione e ad un imbarbarimento generale sempre piu’ marcato che mi ha portata piu’ volte ad esprimere critiche feroci nei confronti di chi, con il suo voto, l’ha consegnata nelle mani di un bieco affarista senza scrupoli dedito solo ai propri interessi personali. (more…)