Muoia Berluscone con tutti i finistei


Forza Silvio! Tutto il popolo e’ con te. Tu, da grande statista quale sei, non lo hai ancora rivelato perche’ la tua autentica natura e’ quella d’essere modesto, umile e paziente per le numerose critiche che in questi anni ti sono state portate da chi non aveva capito i tuoi veri progetti, ma ormai per tutti quanti e’ chiaro che cio’ che stai facendo, e’ per il tuo Paese.

Un Paese che, per essere moderno, non puo’ piu’ reggersi su fondamenta fatiscenti, su principi come l’illegalita’, l’impunita’, l’immoralita’, l’ipocrisia, la tutela dei privilegi di casta, l’assenza totale di etica, l’arretratezza culturale e tutto cio’ che di peggio esiste. Un Paese che per essere ricostruito totalmente deve essere prima distrutto, ridotto in macerie, raso al suolo come il tempio di Dagon.

Tu questo lo hai capito subito, molto tempo fa, molto prima di noi, quando scegliesti di entrare in politica mosso da sentimenti d’altruismo che allora nessuno ti riconobbe, ed oggi posso sinceramente affermare che anch’io, che in questi anni non ho risparmiato critiche feroci nei tuoi confronti perche’ non avevo compreso il tuo vero obiettivo, ho oggi la speranza e forse la certezza che riuscirai a portare a termine quello che avevi prestabilito, da vero profeta. E cio’ ti consegnera’ in eterno alla Storia.

Adesso sei come Sansone. Non morirai da solo e sai che con il tuo sacrificio trascinerai con te nel baratro tutti i finistei che rimpiangeranno il momento in cui hanno creduto di poterti ingannare, tradire, abbandonare. E sono certa che farai una vera strage. Sterminerai chi e’ stato colpevole, e col tuo crollo tirerai giu’ tutti come nel risucchio dello scarico del cesso.

Stavolta non posso fare a meno di approvarti e comprenderti. Dopotutto come puo’ osare solo pensare, chi ti e’ nemico, di attaccarti? Come puo’ osare solo pensare, chi ti e’ amico, di sostituirti? Allora – e chi ti conosce lo sa – ce ne sara’ per tutti. Non ti risparmierai e non farai mancare la giusta punizione a nessuno. Come hai sistemato Boffo, distruggerai Fini. In fondo, quel pirla con quella faccia da nerd avrebbe dovuto capirlo subito che contro di te non aveva alcuna speranza di farcela. Lui, i suoi cognati e le sue beghe familiari.

Il tuo potere e’ invincibile, la tua forza sovrumana. Feltri e Minzolini assicurano che anche il tuo cazzo sia il piu’ grosso che abbiano mai visto ed il tuo culo il piu’ dolce che abbiano mai leccato, ed anche se sei senza capelli – solo perche’ te li hanno rasati come a Yul Brynner e non perche’ sei pelato – ti resta lo stesso tanta di quella volonta’ per trascinare con te questa Italia da operetta della quale, non a caso, sei stato il degno rappresentante per quasi due decenni.

Osservali i tuoi nemici che una volta erano i tuoi dipendenti e sudditi. Non li vedi preoccupati? Tremano, hanno paura, temono di non potersi piu’ permettere case a Montecarlo o pagate a loro insaputa. Vai avanti cosi’, Silvio, fai vedere a tutti chi sei. Fai venire fuori il grande uomo di stato che c’e’ in te. Tira definitivamente la cordicella di questo sciacquone e fai defluire tutta la merda nello scarico. La puzza e’ diventata davvero insopportabile e solo qualcosa che ponga fine a tutto questo schifo ti fara’ ricordare per sempre, con riconoscenza e gratitudine, come il miglior statista degli ultimi centocinquant’anni.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: