Archive for settembre 2010

Muoia Berluscone con tutti i finistei

25 settembre 2010


Forza Silvio! Tutto il popolo e’ con te. Tu, da grande statista quale sei, non lo hai ancora rivelato perche’ la tua autentica natura e’ quella d’essere modesto, umile e paziente per le numerose critiche che in questi anni ti sono state portate da chi non aveva capito i tuoi veri progetti, ma ormai per tutti quanti e’ chiaro che cio’ che stai facendo, e’ per il tuo Paese. (more…)

Il fiammifero e la candela

23 settembre 2010


Esistono meccanismi che, una volta attivati, vanno avanti da soli e fintanto non accade qualcosa che li inceppa, continuano a funzionare senza che si debba far quasi nulla, anzi godendo dei loro risultati benefici. Si chiamano circoli virtuosi. E’ come se con un fiammifero accendessimo una candela, e poi con il fuoco di quella candela accendessimo altre candele fino ad illuminare tutta la stanza. (more…)

Gambe lunghe, anzi lunghissime

22 settembre 2010


Osservate attentamente la foto in alto e dite quale dei due volti e’ quello che piu’ vi attrae. Se scegliete quello di sinistra, condividete i gusti della maggior parte degli uomini eterosessuali che hanno fatto il medesimo test. Entrambi i volti sono stati realizzati utilizzando la tecnica del “morphing”, cioe’ unendo le caratteristiche di diversi volti fondendole in uno. Quello di sinistra e’ stato ottenuto dai volti di otto donne che, come caratteristica, avevano le gambe piu’ lunghe della media. Il viso a destra, invece, con i volti di otto donne con le gambe meno lunghe della media. (more…)

Il teasing e l’importanza di avere… culo

19 settembre 2010

Nell’attesa di scrivere la seconda parte del post sulle donne ungheresi, che sono certa voi attendete piu’ di ogni altra cosa al mondo, oggi vorrei cimentarmi in qualcosa di piu’ frivolo, facendo un gioco nel quale credo di essere sempre stata molto brava: il “teasing”. Che cos’e’ il “teasing”? Se cercate su Wikipedia lo scoprirete come l’ho scoperto io. In ogni caso ha molteplici significati: provocazione, tentazione, stimolazione, ma anche tormento oppure presa per il culo. Sta alla base di cio’ che fanno anche le ragazze nei peep show oppure nei prive’ dei locali di lap dance. Mostrarsi senza farsi toccare, sfiorare, eccitare, fingere di essere disponibili, far credere che si possa ottenere di tutto senza pero’ che ci sia alcuna certezza riguardo all’epilogo. (more…)

Le donne ungheresi sono davvero dei frigoriferi?

17 settembre 2010


Non e’ mai semplice trattare argomenti come questo. E’ risaputo che generalizzare e’ sbagliato in partenza, ma ditemi come si puo’ rispondere ad una domanda del genere senza cadere per forza nella generalizzazione. Certo potrei rispondere semplicemente che non so come siano le ungheresi in quanto, pur essendovi nata in Ungheria, non le conosco mica tutte, ma se lo dicessi, potrei anche concludere a questo punto, e sarebbe stato del tutto inutile l’aver iniziato questo post. Inoltre, saprei di non essere del tutto sincera. (more…)

Dopocena con Irina

13 settembre 2010


La donna russa seduta dall’altra parte del tavolo sa perfettamente quanto le costa questa cena, almeno dal suo punto di vista. Per essere certa di piacere e di essere ammirata, ha passato almeno due ore davanti allo specchio per prepararsi, depilarsi alla perfezione e truccarsi, cinque ore in giro per negozi per scegliere le scarpe giuste, tre giorni per trovare un vestito adeguato e sei giorni di dieta per entrarci dentro alla perfezione. Aggiungeteci quello che ha speso per la pedicure, la manicure ed il parrucchiere ed avrete ben chiaro che questo appuntamento e’ assai vicino a qualcosa che assomiglia ad un evento da un milione di euro. Seppiatelo. Quindi, con tutti quei preparativi, e’ impossibile che lei non si senta terribilmente in credito nei vostri confronti, e si attenda che, oltre ad ammirarla, le consentiate anche ogni suo capriccio. E come il protagonista del romanzo di J.D. Salinger, “Il giovane Holden”, accuratamente osserva: “Se una ragazza e’ cosi’ attraente quando ti incontra, chi se ne frega se e’ arrivata in ritardo? Nessuno.” (more…)

A cena con Irina

13 settembre 2010


Olga, Natasha, Oksana, Irina… sono nomi che fanno venire in mente qualcosa di ben preciso, stereotipi femminili troppe volte basati sul sentito dire, ma che spesso niente hanno a che vedere con la realta’. Ma io credo di conoscerla assai bene quella realta’, e se vorrete seguirmi potrei farvi scoprire qualcosa di leggermente diverso da quello che siete portati ad immaginare ogni volta che pensate alla Russia, ed in particolare alle donne russe. (more…)

Premesse

11 settembre 2010


Premessa uno: so che, come il solito, ci sara’ chi pensera’ che sono ripetitiva, che ormai scrivo sempre delle stesse cose, noiose, e che questo blog non propone piu’ quei raccontini intimi e quelle situazioni che piu’ volte – me lo hanno confessato – hanno aggiunto quel sapore di “trasgressivo” che, per quelli che vanno in giro per il web in cerca di facili masturbazioni mentali e non, rappresentavano forse l’unico motivo per leggermi, ma ho notoriamente un carattere di merda e quando la mia realta’ e’ sconvolta ed intorno a me accadono fatti che io reputo importanti che assorbono tutta la mia attenzione, non riesco piu’ a “giocare” come invece sono capace di fare quando mi sento rilassata. (more…)

La donna zingara: pregiudizi e stereotipi

5 settembre 2010


L’atteggiamento piu’ comune che si ha, quando si da’ un’opinione, e’ quello di considerare le cose in base alle nostre esperienze personali oppure, quando queste mancano, andando per stereotipi, spesso frutto di opinioni di terzi che niente hanno a che fare con la realta’. E allora giudichiamo qualcosa in base a cio’ che ci hanno raccontato, ci affidiamo ai luoghi comuni oppure alla presunzione che ci fa credere che, una conoscenza sommaria di qualcosa nella quale ci siamo imbattuti soltanto qualche volta, possa essere indicativa per formulare un’opinione corretta. Possiamo addirittura formarci opinioni errate anche quando, di una determinata situazione, ne abbiamo un’esperienza diretta, approfondita e vissuta per un periodo considerevolmente lungo, perche’ puo’ accadere che, in base alle nostre abitudini, ci si trovi a frequentare sempre gli stessi luoghi e ad incontrare sempre un certo tipo di persone, percio’ il nostro giudizio alla fine puo’ risultare parziale o incompleto. (more…)

Bianco, nero o grigio?

2 settembre 2010


Buon giorno italici! Anche oggi, mentre vi affannerete a far tornare i conti ed il bilancio familiare e sarete alle prese con le bollette sempre piu’ care, i prezzi sempre piu’ alti, i servizi sempre piu’ insufficienti e scadenti, gli stipendi sempre piu’ esigui – per chi ha un lavoro, e chi non ce l’ha con le speranze sempre piu’ ridotte di trovarne uno – e non capirete che fine stanno facendo i vostri risparmi, se ne avete ancora, le vostre prospettive, le sicurezze che pensavate di avere per il futuro, vostro e dei vostri figli, ci sara’ chi come al solito si godra’ la vita pensando ai cavoli propri, a come preservare i privilegi ottenuti, a come commettere reati e non farsi processare, a come evadere le tasse facendole pagare solo a voi, a come favorire i propri sodali, i parenti, gli amici, le amanti… alla facciaccia vostra e di chi li ha votati. (more…)