Bambini sepolti


Il luogo: una spiaggia italiana qualsiasi, sotto un ombrellone qualsiasi, in un giorno d’estate qualsiasi.

– Buon giorno, come va stamattina? Pare che avremo tanto sole… un’occasione da non sprecare per una bella abbronzatura.

– Buon giorno a lei signora. I suoi due bei bambini oggi non ci sono?

– Mio marito li ha portati con se’ sul gommone. Spero stia attento… il piccolo e’ cosi’ vivace…

– Si’, sono davvero due bei bambini. Si vede che siete una bella famiglia… e a dei bambini cosi’ belli bisogna stare attenti. A proposito, ha letto cosa e’ avvenuto alle isole Canarie? La notizia e’ in prima pagina. Pare che un bimbo sia rimasto sepolto dentro una buca nella sabbia e adesso sia in fin di vita.

– Eh… ne accadono cosi’ tante oggigiorno che non si sa piu’ dove mettere gli occhi. Lo dico sempre a mio marito. Anche alla tv e’ tutto un susseguirsi di brutte notizie, ma noi non possiamo mica risolvere ogni problema del mondo. Gia’ facciamo tanto se ci occupiamo dei nostri figli. Devo dire che mio marito ed io in questo siamo davvero premurosi ed attenti. Il grande, l’anno prossimo, lo iscriveremo alla scuola privata. Poi e’ deciso che fara’ la Bocconi. Che vuole, oggi l’istruzione e’ importante se si vuole dare un futuro ai propri figli, e la scuola pubblica offre cosi’ poco. Mio marito dice che la colpa della situazione attuale e’ tutta dei governi comunisti che, negli anni passati, hanno sperperato i soldi degli italiani. Meno male che adesso al governo abbiamo altra gente. Chissa’ invece in quei posti li’… alle Canarie… abitati dai beduini che genere di attenzioni avranno verso i loro figli. Ne fanno a decine come i conigli, sa? Piu’ c’e’ ignoranza piu’ ne fanno… e poi si lamentano se muoiono di fame…

– Le Canarie sono isole spagnole…

– Si’, va bene, spagnole, beduini… che differenza c’e’? Sempre di stracomunitari si tratta…

– Beh veramente… ehm… in ogni modo il bambino e’ italiano. Ne parlano tutti i giornali. Guardi: “Dramma delle vacanze nelle Canarie. Un bimbo italiano di 10 anni e’ in coma dopo essere rimasto sepolto dalla sabbia per 20 minuti, adesso lotta contro la morte in stato uno definito molto critico all’ospedale di Las Palmas.”

– Italiano? Ma che roba… ma come si puo’? Ma com’e’ stato possibile? Un povero bimbo italiano ridotto cosi’… e per colpa di chi? Sono certa che sara’ caduto in una buca scavata da qualche stracomunitario… ormai sono dappertutto questi marocchini e sporcano ovunque. Sono abituati alle capanne e fanno i loro bisogni nelle buche, e’ risaputo.

– Il giornale dice che il bambino stava uscendo dalla grande buca di tre metri di profondita’ per cinque di diametro che aveva fatto con i compagni di giochi, quando le pareti hanno ceduto e gli sono crollate addosso.

– Ma che roba… ma che disgrazia! Un povero piccolo italiano. Chissa’ i genitori come soffriranno, poveretti. Lo dico sempre a mio marito: per i bambini e’ meglio una bella spiaggia organizzata, come questa nella quale ormai veniamo da molti anni, piuttosto che quei posti selvaggi dove puo’ accadere di tutto. Chissa’ cosa dira’ il tg? Non me lo voglio perdere. Immagino la sofferenza di quei due poveri genitori italiani. E dire che il nostro popolo e’ il migliore che c’e’. Queste cose non dovrebbero accadere a noi. Se non ci fossimo stati noi italiani, con la nostra cultura, la nostra inventiva, la nostra letteratura, chissa’ come sarebbe ridotto oggi il mondo. Dico bene? Comunque il tg non me lo voglio proprio perdere… e ci sono altre notizie gravi sul giornale? Cosa dice del traffico? Spero che per il rientro non ci sia troppa gente. Parlano tanto di crisi, ma poi sono tutti in giro a consumare benzina. L’ultima volta siamo dovuti restare in coda non so per quante ore…

– Ci sarebbe un’altra notizia, in una delle ultime pagine. Parla di bambini Rom che a Milano vivono sottoterra…

– Ecco, appunto che le dicevo? Ormai sono ovunque… sporcano dappertutto e degradano il nostro bel territorio italiano cosi’ ricco di bellezze naturali. Spero che il Governo si decida a fare qualcosa, e che li butti fuori una volta per tutte. La situazione sta diventando davvero intollerabile.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: