Il (red)dito medio


Quando l’anno prossimo, cari papiminkia e dementi in camicia verde, dovrete dimostrare come avete fatto ad acquistare la macchinuzza sfigata che guidate, a pagare l’affitto oppure la rata del mutuo della casupola in cui abitate, il costo delle bollette, dell’assicurazione sulla vita, dei contributi per la pensione, della palestra, delle vacanze e di tante altre menate che ancora evitano di dirvi, ma che – statene certi – saranno studiate apposta perche’ possiate godere della massima inculata, non prendetevela con Visco. Visco non c’entra niente con questo redditometro che, a vostra insaputa, e’ stato introdotto nella nuova manovra finanziaria del 2010.

Inoltre, se il nano bitumato non sara’ piu’ Primo Ministro, com’e’ assai probabile, i giornali ed i telegiornali papali vi riempiranno la testa di stronzate perche’ la colpa dei decreti ingiuntivi che vi arriveranno dall’Agenzia delle Entrate oppure delle giustificazioni che dovrete dare per non apparire evasori, sia di coloro che in quel momento saranno al governo, cosicche’ rimpiangiate i gloriosi anni del berlusconismo in cui nessuno vi metteva le mani in tasca.

Pero’, gia’ adesso, le simulazioni di questo fantastico metodo studiato appositamente dal ministro Tremonti ed avallato da Berlusconi con l’appoggio del futuro laureato honoris causa Bossi, indicano tre italiani su quattro come evasori. A questo punto i casi sono due: o in Italia siete davvero tutti evasori come risulta dalle simulazioni oppure c’e’ qualcosa che non torna e la destinazione finale di quel dito medio e’ chiara.

Comunque, solo per avvisarvi, saranno evasori anche quelli che negli anni scorsi avevano un lavoro e che, licenziati, non l’avranno piu’ ma che invece avranno le spese che continueranno a correre, saranno evasori anche quelli che si erano rivolti agli strozzini perche’ gia’ alla frutta e che non avranno modo di dimostrare i loro debiti, saranno evasori anche quelli che per vivere avranno disfatto i risparmi accumulati a fatica negli anni passati. Perche’ il redditometro non tiene conto degli effetti perversi della crisi.

Non male come ringraziamento per aver dato loro il voto: cornuti, mazziati e presi per il culo. Dopotutto cosa vi aspettavate? Pensavate davvero che fossero li’ a fare i vostri interessi e non i loro? In pratica sarete evasori quasi tutti, ma non proprio tutti. I grandi burocrati e quelli che per mettere il loro culo su uno scranno parlamentare si faranno elargire da una comunita’ d’imbecilli decine di migliaia di euro al mese, che avranno la superpensione facile, benefit e rimborsi per ogni spesa, che potranno contare su auto blu, portaborse e case pagate a loro insaputa, diversamente da voi non dovranno dimostrare una beneamata fava. Costoro, fidatevi, rientreranno sempre nei parametri del redditometro. Come, ovviamente, vi rientreranno i grandi imprenditori titolari di televisioni, i loro amici e, com’e’ logico che sia, persino le loro amichette che potranno sempre dimostrare di ricevere dei regali.

Oltretutto, se a costoro verra’ chiesta la provenienza dei loro soldi, potranno sempre avvalersi della facolta’ di non rispondere.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: