Tokaj-Hegyaljai Borvidék


Tokaj-Hegyaljai Borvidék e’ la piu’ antica regione vitivinicola magiara, un triangolo di territorio situato nell’Ungheria nord orientale al confine con la Slovacchia, ed e’ la zona d’origine del tokaji.

I confini sono rigidamente delimitati fin dal diciannovesimo secolo. I Monti di Zemplen a Nord, il fiume Bodrog ad est e la Puszta, la Grande Pianura ungherese a Sud. I fiumi Bodrog e Tisza, che confluiscono proprio a Tokaj, determinano particolari condizioni climatiche che favoriscono il fenomeno della Botrytis cinerea, la cosiddetta muffa nobile, un fungo parassita che aggredisce i grappoli d’uva consentendo l’appassimento sulla pianta delle uve destinate alla produzione del tokaji aszu, un vino che e’ famoso in tutto il mondo.

La qualita’ del terreno, cinquemilacinquecento ettari di costituzione vulcanica a carattere sabbioso ed argilloso, eccellente in quanto ricco di potassio, elemento prediletto dalla vite, contribuisce in modo decisivo alla creazione di questo vino, ma determinante e’ soprattutto il particolare microclima della zona. Infatti, le luminose e calde giornate di autunno, alle quali seguono le notti brumose, favoriscono la botrytizzazione delle uve con un processo che e’ piu’ che singolare: le nebbie che si alzano per contrasto termico dai fiumi Bodrog e Tisza innescano il processo che da’ vita alla Botrytis cinerea. E cio’ che per altri rappresenta una disgrazia, qui da noi, invece,costituisce una vera fortuna.

Ma prima di arrivare a quel momento c’e’ tempo…


Adesso e’ ancora la stagione in cui i vigneti diventano ogni giorno sempre piu’ verdi…


Si vede l’uva che, piccola, inizia a comparire sulle piante…


E si possono cogliere le prime fragole.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: