Archive for maggio 2010

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

30 maggio 2010


Tokaj-Hegyaljai Borvidék e’ la piu’ antica regione vitivinicola magiara, un triangolo di territorio situato nell’Ungheria nord orientale al confine con la Slovacchia, ed e’ la zona d’origine del tokaji. (more…)

Grecia, Italia o Spagna…

29 maggio 2010


Voi non lo sapete, ma c’e’ chi zitto zitto se le magna! Dal punto di vista antropologico e’, in ogni caso, appurato che i popoli si comportano in modo differente in base alla zona geografica in cui vivono. Il freddo condiziona i comportamenti cosi’ come li condiziona il caldo, o il vivere sul mare piuttosto che in alta montagna. Con cio’, indipendentemente da ogni altro fattore di analisi, un peruviano avra’ comportamenti completamente diversi da quelli di un islandese, e quindi anche il suo stile di vita sara’ di conseguenza diverso. (more…)

Blog: ultima frontiera. L’avventura continua…

26 maggio 2010


Continuano i viaggi di Chiara di Notte nel mare del Web, mentre svolge la sua missione diretta all’esplorazione di nuovi blog, alla ricerca di altre forme di vita e di pensiero, fino ad arrivare la’ dove nessuna blogger e’ mai giunta prima. E cosi’ anche oggi, cazzeggiando cazzeggiando, sono incappata di nuovo in una di quelle tante anomalie spazio temporali che di solito capitano anche al Cpt. Kirk. Solo che le anomalie che deve fronteggiare lui sono collegate a fatti misteriosi, mentre quelle che capitano a me, invece, sono molto piu’ banali anche se non meno appassionanti. Adesso vi racconto. (more…)

Perche’?

21 maggio 2010


Vorrei sapere il perche’. E’ forse sbagliato? Sono fatta cosi’, e lo sono da sempre. Fin da bambina ho sempre voluto sapere il perche’ delle cose. Lo chiedevo assetata ad ogni nuova scoperta: “Perche’?” Non mi accontentavo delle spiegazioni che i grandi mi davano solo per tenermi buona, e piu’ di una volta mi sono sentita presa in giro. (more…)

Attendendo il tramonto

16 maggio 2010


Oggi sarei felice di capire perche’ fra le chiavi di ricerca, cioe’ quello che le persone digitano e per chissa’ quale strana alchimia giungono nel mio blog, sia “scoparsi una zingara” la frase piu’ ricorrente. Pare infatti che la maggior parte dei visitatori di questo blog che arrivano tramite Google, sia ossessionato da questa bizzarra fantasia sessuale, e magari si tratta proprio di coloro che nel segreto dei loro desideri vorrebbero vederla realizzata che poi, di fronte a tutti, mostrano il piu’ grande disprezzo verso gli zingari. (more…)

Virtualita’, vanita’ ed onesta’

12 maggio 2010


All’inizio c’erano soltanto Adamo ed Eva, poi sono passati i millenni e sono arrivati i nickname e gli avatar. Ma gli esseri umani sono rimasti in fondo sempre gli stessi, con i loro pregi, difetti, vizi e virtu’ che non scompaiono di certo con l’avvento dei mondi digitali nei quali, anzi, tali particolarita’ tendono ad ampliarsi a dismisura, perche’ laddove chiunque puo’ indossare una maschera rendendosi irriconoscibile, c’e’ chi trova l’ambiente ideale per esprimere in liberta’ e senza timore di critica, quella sua interiorita’ che altrimenti sarebbe sopita e repressa. (more…)

L’ometto beta e altri sfigati

8 maggio 2010


Ho scovato per caso in un forum un articolo molto interessante attribuito ad un certo Andrea Vigna. Ho cercato l’originale in giro per il web, ma non l’ho trovato, per cui non ho avuto modo di verificare se l’attribuzione sia giusta. In ogni caso, la prima cosa di cui sono rimasta colpita e’ che proprio un uomo sia riuscito ad esprimere, meglio di qualunque donna, quei concetti che a tratti sono emersi qualche settimana fa nei vari post dedicati agli ometti beta.

Dico il vero, non sono piu’ entrata nel loro blog. Ci ho provato un paio di volte quando ancora c’era Nicole che, come Orazio Coclite, tentava strenuanente di difendere quel minimo di ragionevolezza fronteggiando da sola un branco di lupi arrabbiati. Ma alla fine ho capito che star li’ a leggere tutte quelle farneticazioni di gente in palese (more…)

Zingari, risentimento e razzismo

4 maggio 2010


Esiste un proverbio nella nostra lingua che tradotto dice piu’ o meno cosi’: “Se c’e’ chi ti disprezza, anche tu vorrai disprezzare qualcuno”. E’ come se, con queste parole gli tzigani vogliano giustificare quel risentimento che hanno nei confronti di chi zingaro non e’. Sono parole dure e forse in un passato non molto lontano anche io le ho condivise, ma oggi non riesco piu’ ad accettarle ed in tutti i modi cerco di contrastarle, perche’ un bimbo che cresce con questa convinzione, difficilmente da grande riuscira’ a liberarsene. (more…)

Crescere Romnì

1 maggio 2010


Crescere Rom by Violeta Naydenova

A nove anni capii di essere differente e non capivo perché. Ero sempre stata una bambina felice. A scuola avevo molti amici. Ma tutto questo cambiò in quinta.

In Bulgaria, come in molte parti dell’Europa dell’Est, i bambini rom non hanno accesso all’istruzione di qualità. I bambini rom nelle scuole segregate (scuole solo per bambini Rom – Ndr) vengono promossi senza saper leggere o scrivere. Nella città dove son nata, abbiamo una scuola segregata sino alla quarta. La scuola è a soli 100 metri da casa mia, ma mia madre non voleva che andassi là. Sapeva che non avrei ricevuto una buona istruzione e mi iscrisse alla scuola pubblica per gli studenti bulgari. (more…)