B-side


Credo che gli uomini, ma anche le donne che come me sono bisessuali oppure omosessuali, abbiano una loro linea di preferenza per quanto riguarda una certa fisicita’ femminile. Non parlo di cio’ che implica l’amore perche’, si sa, quando entra in gioco quello non si tratta piu’ di prediligere una cosa o l’altra in quanto e’ tutto l’insieme che attrae. I pregi vengono esaltati ed ogni difetto magicamente scompare.


A parte il volto e tutti quei dettagli espressivi come lo sguardo, la voce o il modo di gesticolare, vorrei parlare, invece, solo di cio’ che in base a nostre specifiche preferenze, guardando una donna a prima vista, di lei emerge come la parte del corpo che attrae maggiormente.


Quella che stimola quel certo “appetito” negli uomini e che e’ quasi sempre all’origine di quell’ amara, pungente ed inconfessabile invidia nelle altre donne.


Sia che si tratti di un uomo che con lo sguardo ammira e desidera…


Sia che si tratti di un’altra donna che osserva per paragonare se stessa…


Sono convinta che quando osserva una bella donna ogni persona abbia un punto dove si focalizza il suo interesse.


Ed e’ una parte ben specifica del corpo.


Quella superiore che io chiamo A-side, quindi l’addome, il seno, le spalle, le braccia, le mani.


Oppure la B-side, vale a dire la parte inferiore: i fianchi, i glutei, le gambe, le caviglie, i piedi.


Quale, fra questi due ben determinati biotipi femminili istintivamente attrae maggiormente l’attenzione?


Sono ovviamente preferenze e gusti personali.


Vlada, che come A-side era spettacolare, diceva che gli uomini si dividono in due grandi categorie…


Quelli che preferiscono le donne con un bel seno e quelli che impazziscono per un bel sedere.


Ed era basandosi su tale principio che poi, io e lei, ci dividevamo i “compiti” avendo entrambe un notevole successo.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: