Archive for marzo 2010

Milano

30 marzo 2010


Domenica era una bellissima giornata a Milano. C’era il sole. Sono arrivata col volo delle 12.20 proveniente da Francoforte. Mi ero alzata prestissimo perche’ l’aereo da Budapest partiva alle 7.15. Purtroppo quando viaggio non riesco ad appisolarmi e gia’ durante il tragitto in treno dalla mia piccola citta’ fino a Budapest avevo iniziato a leggere per la seconda volta il best seller di Stieg Larrson. In aereo avevo proseguito con la lettura, restando sempre piu’ affascinata dalla figura di Mikael Blomkvist, il giornalista protagonista del libro. Che uomo… (more…)

Gentaglia

29 marzo 2010


Ieri sera sono rimasta in casa a guardare la tv. C’era il programma della Gabanelli. E’ stato molto istruttivo; non mi capita spesso nel mio paese di assistere ad un giornalismo d’inchiesta cosi’ ben fatto. L’argomento era l’inosservanza delle regole di sicurezza che riguardano il codice della strada, come ad esempio non allacciare la cintura in auto, parlare o inviare messaggini col cellulare mentre si e’ alla guida, non indossare il casco in moto, guidare con un tasso alcolico nel sangue superiore a quello consentito e tante altre belle cosine…

Cio’ per cui sono rimasta seriamente sconvolta e’ stato vedere come i genitori, i primi ad infrangere le regole, abituino i figli fin da piccoli a questi comportamenti, dando loro il messaggio che solo gli sciocchi seguono le regole, mentre i furbi se ne fregano. (more…)

Un tuffo nel vuoto

28 marzo 2010


Ultimamente io e lui ci sentiamo sempre piu’ spesso. Passiamo molto tempo al telefono e credo di non essergli stata mai cosi’ vicina come in questo momento. Parliamo un po’ di tutto, di politica, di libri, di quella che e’ la mia vita adesso, ma soprattutto a lui piace ricordare di quando ero bambina. Di quando avevo ancora occhi innocenti che guardavano il mondo con fiducia e gioia. Un mondo bello, tutto da scoprire, prima che iniziassi a rendermi conto quanto un po’ meno bello fosse, arrivando a capire molto presto di quanta cattiveria e stupidita’ fosse intriso. Ma in tutto cio’ lui non c’entra.

Di lui e di me bambina ho oggi un ricordo sbiadito, nebuloso come se appartenesse ad un sogno, ma in mezzo riesco a vedere qualcosa di nitido, che ricordo bene come se fosse avvenuto ieri: quella volta che mi porto’ in vacanza al mare. (more…)

A chi non piace il viola

25 marzo 2010


Allora…
Scusatemi se adesso mi viene da sorridere, ma ci sono amici ed amiche che quando hanno voglia di prendermi in giro evidenziano alcuni atteggiamenti che, secondo loro, sono ricorrenti nei miei modi di fare. Ad esempio dicono che quando voglio iniziare un discorso serio, la mia prima parola e’: “Allora…” Mi capita anche in chat, ed i puntini di sospensione hanno il significato di quell’attimo di silenzio che nella realta’ sempre precede il discorso che voglio fare, come se mi stessi preparando a dire chissa’ cosa, come: “Adesso statemi ad ascoltare seriamente perche’ cio’ che ho da dirvi e’ importante”. Non so se esagerino oppure se lo facciano solo per canzonarmi, ma da quando me lo hanno fatto notare sto sempre molto attenta a come inizio qualsiasi discorso. (more…)

Tatuaggi

24 marzo 2010


L’avvocato Nils Bjurman soffriva. I suoi muscoli erano inservibili. Il corpo era come paralizzato. Non era sicuro di aver perso conoscenza, ma era disorientato e non ricordava esattamente che cosa fosse accaduto. Quando riprese lentamente il controllo del proprio corpo, scopri’ di essere steso supino sul suo letto, nudo, con i polsi bloccati dalle manette e le gambe dolorosamente divaricate. Aveva segni di bruciature che dolevano nei punti in cui gli elettrodi erano venuti a contatto con la pelle. (more…)

Mi piace

22 marzo 2010


Vuoi sapere che cosa mi piace? Mi piace moltissimo conoscere ed incontrare persone nuove, interessanti, non banali, che possano donarmi qualcosa di diverso. Scoprirle come fossero terre inesplorate e farmi scoprire da loro allo stesso modo. Mi piace iniziare da un foglio bianco e scriverci sopra una storia: una piccola, breve storia. Ho molto successo, sai? Riesco a conquistare un sacco di persone. Pero’, devo essere sincera, mi sono sempre chiesta cosa abbia di cosi’ speciale da piacere in questo modo. Non mi giudico bellissima, non l’ho mai fatto anche perche’, ipercritica soprattutto nei confronti di me stessa, sono sempre stata consapevole dei miei piccoli difetti che con abilita’ so nascondere molto bene. (more…)

Oggi

21 marzo 2010


Oggi a Budapest c’e’ il sole. E’ una bellissima giornata e lo e’ anche il mio umore. Nonostante fuori ci sia la primavera, non ho voglia di uscire. Non mi e’ rimasto molto da scoprire ormai in una citta’ che conosco forse piu’ di ogni altra. Il mio vero desiderio e’ di restarmene qui, in questo tiepido guscio, nel tepore delle coccole, felice. (more…)

Quattro gatti o pappagalli?

20 marzo 2010


Ovviamente non ero a Roma, ma ci sarei andata volentieri. Dicono che le comparse siano state ricompensate con cento euro ciascuna, e nel mio paese di poveracci questi soldi rappresentano la paga di una settimana di lavoro in fabbrica. Pero’, oltre a cio’ credo che mi sarei divertita sol anche a vedere la faccia di Silvio mentre dal palco guardava la sua piazza: una piazza come QUESTA. (more…)

Ma la “munnizza” non era sparita?

18 marzo 2010


Non hanno speso nulla per creare il set per il servizio fotografico. E’ stata l’immondizia per le strade di Palermo, nel sud Italia, a servire da sfondo per le loro foto, ed e’ in questo modo che la fotografa Matilde Incorpora, la stilista Francesca Catania e la top model Matilde Caruso, hanno realizzato il reportage fotografico “Aziza Munniza” per denunciare i problemi ambientali di Palermo e di altre citta’ italiane. (more…)

Nővérek

17 marzo 2010


Ragazze! Dopodomani dovremo andar via da qui e sparpagliarci in mille direzioni! Questi tre anni della nostra vita rimarranno qui, moriranno: non li recupereremo mai piu’. Ma riuscite a pensarci, ragazze?… Qui siamo state giovani. (more…)