Se sei un papiminkia non continuare a leggere…


Te lo dico con la massima onesta’, non leggere, passa oltre. Dopotutto ci sono migliaia di blog piu’ interessanti di questo, perche’ vuoi insistere? E poi, se proprio non puoi farne a meno, se proprio non riesci a resistere a leggere cio’ che scrivo, ci sono altri post, ne ho scritti a centinaia e puoi sbizzarrirti con quelli, ma non rovinarti la giornata con questo, fermati qui, non proseguire adesso che sei ancora in tempo…

Che fai? Continui a leggere? Non dirmi poi che non eri stato avvisato! Pero’, se vorrai andare avanti, da questo momento la responsabilita’ di quello che potra accaderti sara’ soltanto tua. Quindi, qualora ci restassi male, dovrai evitare di dirmi che sono stata scorretta, che ti ho ingannato, che ti ho preso a tradimento perche’ tutto cio’ che dovevo fare per evitarti un’incazzatura lo sto facendo.

Allora? Ci hai pensato bene? Sei sicuro di voler proseguire?

Guarda, voglio darti ancora una possibilita’, ma e’ veramente l’ultima: interrompi qui la lettura e vai a leggere qualcos’altro, quello che piu’ ti e’ congeniale, tipo il Giornale di Feltri oppure il Libero del Bel-pietro.

Si’, lo so che noi che critichiamo la parte politica alla quale appartieni, noi giustizialisti, noi intrisi d’odio ed invidia, diciamo spesso cose che tu non riesci a condividere, e’ normale, ma mi e’ stato segnalato ed ho letto questo articolo sul quotidi-ano di Vittorio Feltri, colui che le notizie non se le inventa mai. Cosi’, per curiosita’, sono andata anche a guardarmi su Youtube l’episodio di Anno Zero al quale si riferiva, ed ho scoperto cose un po’ diverse da quelle descritte nell’articolo. Oltretutto, andando ad ascoltare anche l’altra campana, quella di Marco Travaglio, al quale consiglio anch’io di indossare in certe occasioni la T-shirt di F&V (Fedina & Vacanze), ho potuto definitivamente appurare, infatti, che quanto descrivono quei due giornali garantisti che leggi tu, caro papiminkia, altro non sono che delle grandiose quanto evidenti menzogne.

So che secondo l’analisi che a volte fai quando tenti di screditare chi non condivide le tue idee politiche, assumendo l’atteggiamento da psicologo d’accatto che, come ho gia’ evidenziato altrove, in Internet e’ tipico di chi soffre di gravi disturbi mentali, ti appaio come un’antiberlusconiana sfegatata il cui odio toccherebbe il campo della psichiatria, ma sono e resto sempre piu’ convinta che chi legge certi quotidi-ani, e li porta addirittura ad esempio di informazione corretta ed equilibrata, e’ proprio perche’ ha un quoziente intellettivo che oltre ad un certo livello non riesce ad arrivare. Fra l’altro, se ci fai caso, neppure la carta e’ abbastanza morbida…


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: