I dottori dei matti


Pare che il mondo sia pieno di dottori che si credono matti e di matti che si credono dottori. Esiste persino tutta una letteratura a riguardo ed anche il cinema, qua e la’, ha trattato l’argomento se pur in modo comico. Ricordo di aver visto un film, una volta, in cui un medico di un ospedale psichiatrico decideva di condurre con se’ quattro dei suoi pazienti per far loro vedere una partita allo stadio. Fra i quattro, completamente fuori di testa, c’era il paranoico che ogni tanto diventava violento, quello che era convinto di essere Gesu’ Cristo, quello che per parlare usava solo il linguaggio dei cronisti sportivi ed infine quello (mi pare fosse interpretato da Michael Keaton) che credeva di essere lui stesso uno psichiatra.

Anche fra i miei tanti clienti ricordo che c’era un dottore che curava i matti. Ebbene, fra una cosetta e l’altra mi raccontava del suo lavoro, ed una volta mi confido’ una cosa che ancor oggi non posso non ricordare. Aveva in cura un paziente molto particolare ed interessante che era convinto di essere uno psichiatra che diceva di avere in cura moltissimi pazienti tutti affetti dalla stessa nevrosi, cioe’ quella di credere di essere circondati da matti che si credevano persone normali. Durante i colloqui questo paziente parlava, mentre lui, il mio cliente, lo ascoltava. Erano tutti colloqui inconcludenti, fini a se stessi, praticamente inutili in cui alla fine i due si salutavano e tutto si ripeteva nella seduta successiva.

Non so che fine abbia fatto questo mio cliente, da quando ho cambiato vita non l’ho piu’ visto ed ancor meno conosco le sorti del suo paziente, pero’ oggi, ripensandoci, non sono piu’ del tutto convinta che fosse davvero un dottore dei matti. Ed e’ con questo dubbio, che rappresenta l’unica verita’ alla quale posso davvero credere, che termino questo mio breve racconto che, spero, possa far riflettere.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: