31 Settembre


Il 31 settembre e’ il giorno in cui sono nata. Non stupitevi, posso giurare che e’ cosi’, non sto mentendo. La storia sarebbe lunga e se la raccontassi, forse, mi priverei di quella poesia che m’illudo faccia parte un po’ anche della mia vita. Chissa’, magari un giorno lo faro’, ma non oggi. Oggi desidero solo rigraziare chi ha saputo donarmi fantastici momenti fatti di fantasia e di emozione.

Se io fossi una rosa non fiorirei solo una volta
ma farei sbocciare i fiori quattro volte all’anno
fiorirei per i bambini e fiorirei per le ragazze
di fronte al vero amore e per il passaggio alla morte

Se io fossi una porta resterei sempre aperta
farei entrare tutti da ovunque provenissero
non chiederei mai a nessuno chi l’ha mandato
e sarei felice soltanto se venissero tutti quanti

Se io fossi una finestra sarei cosi’ grande
che tutto quanto il mondo, si potrebbe contemplare
la gente guarderebbe attraverso me con occhio benevolo
e sarei felice soltanto dopo che avrei fatto vedere tutto

Se io fossi una strada sarei sempre pulita
ogni benedetta sera mi immergerei nella luce
e se un giorno i cingoli mi calpestassero
la terra sotto di me crollerebbe piangendo

Se io fossi una bandiera non sventolerei mai
sarei arrabbiata con tutti i venti
sarei felice soltanto se restassi immobile
e se nessun vento potesse giocare con me

(Ha én rózsa volnék – Bródy János)


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: