Archive for ottobre 2009

La mia storia

31 ottobre 2009


Vengo dall’Est
da mille anni non mi sono mai fermata
ho cavalcato molti cavalli
ho piantato molte tende e guidato molti carri.
Ho oltrepassato montagne e vallate
ho attraversato pianure e deserti
citta’ sfavillanti e miserabili villaggi. (more…)

Petizioni

29 ottobre 2009


Oggi, mentre qui nel mio piccolo paese il sole tramonta alle 16:20, a Milano il tramonto sara’ alle 17:15 e a Madrid alle 18:16. Con il ritorno all’ora solare della scorsa Domenica, a causa della bizzarra suddivisione delle zone orarie che vedono l’Ungheria inserita nella fascia dell’Europa Occidentale, la stessa di cui fanno parte anche Italia e Spagna, le giornate nel mio Paese si sono ulteriormente accorciate e, con l’arrivo dell’inverno, la mia esistenza e’ di nuovo (more…)

Sárgabarack lekvár

26 ottobre 2009


L’odore delle albicocche mi arrivava forte insieme a quello della legna che bruciava. Lei sedeva nella penombra, lo sguardo rivolto verso mille pensieri mai confessati, lo strofinaccio appoggiato sulle ginocchia, e snocciolava con lentezza i frutti, scegliendo con cura i piu’ maturi, mettendo da parte gli altri. Lo faceva stropicciandosi di tanto in tanto gli occhi con la nocca delle dita. Erano quelli gli (more…)

Frammenti – Parte 2

22 ottobre 2009


Sentivi il suo braccio sfiorarti la schiena, e all’improvviso ti scopristi a desiderare le sue mani. Alzando gli occhi incontrasti il suo sguardo, quello di un uomo innamorato, e non trovasti assolutamente niente da dire. Lasciasti invece che il tuo corpo si abituasse a lui, alla sua vicinanza, che si rilassasse al suo tocco, adagiandosi piano in quell’abbraccio delicato, e che la testa ti cadesse morbida sul suo torace. (more…)

Frammenti – Parte 1

20 ottobre 2009


Ti guardava, sprofondato in una poltrona troppo bassa per lui. L’espressione un po’ accigliata e le belle mani lo aiutavano a colmare con i gesti il silenzio quando, in mancanza di parole, sembrava durare troppo a lungo. E tu lo ascoltavi, stregata dalla morbidezza della voce e rapita dai suoi occhi che non riuscivano ad abbandonarti. Avvertivi la tensione, e l’emozione nelle frasi che si estinguevano un attimo prima di arrivare alla (more…)

Qualcosa di turchese

18 ottobre 2009


Il daltonismo mi impedisce da sempre di vedere i colori. E’ questo il motivo per cui questi mi affascinano pur non potendone avere un’esatta percezione. Come di solito avviene, infatti, si desidera di piu’ avere cio’ che sappiamo non potremo mai ottenere. Tuttavia, non so per quale motivo, di tanto in tanto alcuni cromatismi riescono ad emergere dal grigiore in cui e’ intinto il mio mondo e lo accendono di bagliori mai (more…)

Răţuşca cea urâtă

14 ottobre 2009


La ragazzina bionda ride e scherza. Sfoderando una sorprendente capacita’ di sedurre, distribuisce le sue attenzioni a chi le sta intorno in modo assai disuguale, secondo il grado d’importanza che attribuisce a ciascuno, in base a chi lei ritene appartenga alla categoria dei vincenti, oppure a quella degli emarginati. E’ davvero carina, sicuramente la piu’ carina di tutte. Sa di esserlo, ed e’ cosi’ abituata ad avere considerazione da parte dei maschi (more…)

Il profumo dell’amore

11 ottobre 2009


T’incontrai una mattina. A quell’ora c’ero solo io. Il sole era ancora basso ma, caldo, gia’ si faceva strada senza alcun ritegno fra le pieghe del mio corpo, infondendo dentro di me la sua vita. Avvertivo il suo sapore, e l’odore del mare, ed il profumo della pioggia che, abbondante, era caduta durante la notte. Zlatni Pyasitsi, in estate, non e’ certo la localita’ meno frequentata del mondo e se si desidera un po’ di tranquillita’, (more…)

Il ritratto di Silvian Gray

8 ottobre 2009


I puntata

Il famosissimo pittore Licious Geller mostra al suo amico Lord Marcel Dellutrix la sua ultima opera: il ritratto di un giovane imprenditore che in quel momento sta passando vari guai con la giustizia. Lord Dellutrix e’ talmente colpito dalla bellezza del ritratto che chiede a Licious di conoscere di persona colui che e’ raffigurato. Il pittore cede ed e’ costretto a presentargli il bellissimo e giovane Silvian Gray. (more…)

Un regalo indecente

7 ottobre 2009


Percorrevamo Krimskaya camminando senza fretta. Di tanto in tanto, con le dita sfioravo il basso muretto oltre il quale scorreva lento il fiume. Un vento leggero mi lambiva la parte alta delle gambe, ed accarezzava la mia nudita’ esposta al suo alito. Mi aveva voluta cosi’ quella sera: depilata, senza mutandine, con le calze autoreggenti ed una gonna molto corta. Ed io lo avevo accontentato, come sempre facevo. Non era facile dirgli di no. (more…)