Sogno di Ferragosto


Sembra che la festivita’ di Ferragosto esista solo in Italia e che sia talmente importante e venerata che, anche quest’anno, come sua abitudine ed in barba alla crisi, ai debiti ed a tutte le problematiche occupazionali che a settembre dovra’ affrontare, l’italico popolo abbia deciso di non rinunciarvi. D’altronde, anche lo stesso presdelcons aveva fatto sapere che persino lui non avrebbe rinunciato al meritato periodo di riposo e, data l’occasione del compleanno della sua amata figlia, che e’ caduto proprio in questi giorni, sta trascorrendo le vacanze nella sua discreta e poco chiacchierata residenza in Sardegna.

Pare persino che, contrariamente a cio’ che aveva fatto pensare (ma forse era stato frainteso), non abbia piu’ alcuna intenzione di venderla poiche’, come da lui affermato e promesso, questa potrebbe essere destinata ad ospitare qualcuna delle sfortunate famiglie abruzzesi che sono rimaste senza casa per il terremoto.

Nel frattempo, nelle citta’ rimaste semivuote in balia di bande di stupratori romeni, rapinatori extracomunitari e borseggiatori Rom, si continua a far la giusta pulizia in modo che, la brava gente che in questo momento e’ impegnata a divertirsi e a sognare un sicuro futuro miliardario, possa al ritorno trovare tutto perfettamente in ordine e le forze del male annientate.

Anche io sto trascorrendo questi giorni abbandonata nel torpore del dolce far niente ed anch’io ho un sogno che spero di vedere realizzato. Un sogno che non riguarda sei numeri che possono risolvere ogni problema, ma quei bambini che non riceveranno mai per il loro compleanno alcun regalo e che, ancor oggi, sono costretti a vivere lontani dai genitori ai quali sono stati strappati.

Buon ferragosto… a tutti.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: