L’Amore


Non e’ semplice sentirmi compresa, specialmente vivendo in mezzo a persone che la pensano diversamente, che provano sensazioni diverse dalle mie e che non capiranno mai le vere ragioni delle mie scelte. Ma a cosa serve spiegare il perche’ del mio modo di vivere? Perche’ esprimere i motivi per i quali faccio cio’ che faccio? A chi interessa sapere cosa significa per per me l’Amore?

Mi dicono che talvolta sul mio volto, anche quando rido e sembro felice, s’intraveda un velo di malinconia. Essa e’ la’ presente, come se facesse parte di me. Non so se sia vero. Allo specchio l’ho cercata ma non sono riuscita a scorgerla. Forse non e’ facile per me guardarmi in modo obiettivo ed e’ per questo che, di tanto in tanto, scelgo qualcuno che mi attrae nei cui occhi io possa specchiarmi…

E’ cosi’ da sempre ma ancora non ho capito quale sia la mia vera immagine. Credo che non debba essere facile individuarla, come credo sia quasi impossibile convivere a lungo con me, con i miei opposti: i dubbi e le certezze, la tristezza e la gioia, il dolore ed il piacere, il gelo ed il calore che, purtroppo, sono destinata a donare. Emozioni e sensazioni sempre estreme, mai mediate.

Forse in tutto cio’ cerco un alibi, una scusa che possa farmi sentire meno in colpa e che mi garantisca almeno un po’ di dignita’. Ma non devo giustificarmi con nessuno e mi aggrappo a questi pensieri perche’ l’Amore io non lo posso dare in esclusiva. Anche se quell’Amore che tengo dentro di me per chi ora non e’ piu’ qui non l’ho mai nascosto, il mio cuore non puo’ appartenere ad una sola persona. Non sono nata per questo.

Mi sono svegliata molto presto. Era ancora notte ed alla finestra sono rimasta ad osservare il buio in silenzio. Ho frugato nei miei pensieri di un tempo richiamando alla mente le immagini del passato. Ho rivissuto momenti d’ombra, quando con l’anima non certo limpida l’amore lo vendevo, e momenti piu’ luminosi in cui l’Amore e la speranza che donavo a chi ne aveva bisogno mi riempiva di quella gioia che, per lungo tempo, credevo di aver smarrito.

Donare L’Amore a chi soffre e’ cio’ che mi fa sperare che il mondo possa essere migliore; per questo vado avanti decisa per la mia strada. Una strada tortuosa, difficile, che da questa piccola citta’ bagnata da un fiume che esiste fin da quando esiste la vita, mi condurra’ probabilmente solo verso un’irrealizzabile utopia.

E adesso, in questa mattinata che sta inondandosi di un sole appena sbocciato, mi ritrovo qui con la voglia di scriverti dell’Amore: un sentimento che, come un’onda gigantesca, puo’ lasciarti un segno indelebile nel cuore, ma che prima o poi, lo sai anche tu, come tutto quanto e’ destinato a finire. E’ inevitabile. E se deve finire allora meglio che finisca nel momento in cui raggiungera’ il punto piu’ alto del suo percorso, perche’ solo cosi’ sono certa che riusciremo a tenerlo vivo dentro di noi anche quando gli inebrianti profumi delle notti di sesso saranno svaniti.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: