Un popolo d’idioti


Da alcuni giorni non scrivo. Il motivo principale e’ che degli impegni inderogabili m’impediscono di dedicare tempo alla stesura di articoletti non raffazzonati e voi sapete quanto detesti far le cose in fretta e male. Ma c’e’ anche qualcos’altro che non mi ha dato lo spirito giusto per scrivere, ed e’ lo schifo. Sinceramente sono arrivata ormai al punto che non mi sorprendo piu’ di nulla. Negli anni mi sono spesso irritata perche’ non capivo i motivi per cui gli italici affidassero la gestione della loro vita ad un delinquente, perche’ tale e’ chi non ha alcun senso etico, colluso con la mafia, con i settori deviati della massoneria, corrotto, corruttore e persino accusato dalla moglie di essere un depravato, ma oggi tutto cio’ e’ diventato un “fatto normale” ed io sono arrivata finalmente a capire la ragione di quest’anomalia inconcepibile per chi, come me, e’ cresciuta con valori etici forti tutti orientati a considerare il benessere dei molti piu’ di quello del singolo individuo.

Cio’ che ho capito e’ che voi italici siete un popolo d’idioti.

Nella Storia di popoli cosi’ ce ne sono stati altri. Basterebbe che la conosceste (la Storia) per rispecchiarvi oggi nella piu’ bieca gentaglia decerebrata e senza palle che sia mai esistita.

Se vi offendete me ne frego. La porta del mio blog come e’ aperta per entrare e’ altrettanto aperta per uscire ed al limite, se proprio non vi sta bene quel che scrivo e non riuscite a superare l’onta, interpellate l’avvocato Ghedini e querelatemi.

Fatto e’, cari italici, che siete cosi’ obnubilati dalla vostra strafottenza che neanche vi accorgete di aver ormai venduto il vostro culo per una birretta ed un sacchetto di patatine per ingozzarvi di fronte alla TV. Vi assicuro che persino le piu’ disperate puttane dei bordelli di Calcutta avrebbero preteso di piu’.

In altri posti, piu’ decenti, distanti anni luce dal vostro diversamente Bel Paese, come cultura, intelligenza, correttezza, senso etico civile e morale e soprattutto “Palle”, certa gente che ben sapete sarebbe gia’ stata presa, incatramata, impiumata e buttata nel letame.

Si, definitivamente e’ cosi’. Non puo’ esserci altra spiegazione. Mi dispiace dirvelo in modo cosi crudo ma siete proprio un popolo d’idioti.

In tutto il mondo vi prendono per i fondelli, quando non vi detestano. E se caso mai veniste fuori con il consueto discorso su tutto il mondo che e’ paese allora vi chiedo: quale mondo conoscete? Il Congo? Il Viet Nam? Lo Yemen?

Dite che “tutto il mondo e’ paese” solo quando vi sentite coinvolti in negativo, in tal caso vi piace generalizzare. Pero’, quando sono io a prendermela con qualcuno in generale, come con un popolo d’idioti, venite fuori con il classico: “Non si puo’ far di tutta l’erba un fascio”.

Enno’, cari signori, questi due luoghi comuni sono incompatibili fra loro, non li potete usare entrambi e con me il giochetto non funziona.

Credete che tutto il mondo sia paese? Allora andate a leggervi un po’ di notiziole qua e la’, se ancora vi resta un neurone in grado di azionare il cervello, e ditemi se anche voi avete ad esempio leggi come questa oppure servizi sociali come questo oppure politici che, se beccati sul fatto, chiedono scusa senza gridare al complotto oppure donne come questa.

Volete vedere quello che invece siete voi? Paragonatevileggeteleggete

Siete talmente rimbecilliti che vi rifiutate di accettare la realta’. Vivete in questa Second Life che il circo dei nani di Arcore ha creato per voi e non vi rendete conto in che stato siete ridotti: straccioni ai quali hanno infilato un tubo catodico nel culo.

Siete ai primi posti in Europa per quanto di piu’ negativo ci sia e poco conta se qualcuno vi raccontera’ che anche in Spagna le cose non vanno cosi’ bene perche’ il PIL e’ precipitato del 3%…

Essi’, in Spagna del 3% dopo dieci anni di grande crescita economica mentre da voi, cari citrulli, e’ precipitato quasi del doppio dopo dieci anni pero’ di schifo economico.

Tutto il mondo non e’ paese. Fatevene una ragione. Il mondo e’ una cosa voi siete un’altra. La distanza fra voi e il mondo e’ incolmabile. Mentre il mondo pensa a come superare la crisi economica, voi siete tutti impegnati a salvare il vostro nano dalla galera che gli spetterebbe.

Oltretutto siete persino a rischio fallimento e non lo sapete perche’ non ve lo dicono e su questo, all’estero, i bookmakers ci organizzano pure le scommesse con tanto di quote e totalizzatore.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: