Homunculus italicus


E’ vero che alcune umane pulsioni come l’egoismo, l’ipocrisia e soprattutto la furbizia esistono un po’ ovunque, ma se altrove se ne possono trovare tracce, anche consistenti, in Italia queste diventano il modus vivendi di quell’essere, sfortunatamente non in via d’estinzione, che viene oggi definito col nome di homunculus italicus.

L’homunculus italicus e’ nemico naturale del fesso. Fesso, sciocco, stupido, tonto, coglione… l’homunculus italicus, che si sente geneticamente superiore, lo disprezza.

Nel gergo degli zingari, il fesso e’ il gaggio, colui che e’ li’ apposta per farsi derubare. Nel linguaggio della malavita, il fesso e’ “il Vincenzino”, cioe’ chi continuamente nasce da una mamma perennemente incinta per consentire la bella vita al truffatore.

Per L’homunculus italicus chi e’ onesto e’ un fesso. E’ un fesso chi dichiara i suoi veri guadagni fisco, chi paga il biglietto salendo sull’autobus, chi attende il suo turno in fila, chi non chiede raccomandazioni, chi mantiene la parola data anche a costo di perderci… chi non e’ massone.

L’homunculus italicus e’ un furbo matricolato, di tre, quattro, cinque, dieci cotte. Quando e’ di prima categoria e’ un furbissimo, un furbacchione, un furbone. Se invece e’ di seconda categoria e’ solo un furbetto, un furbino, un furbastro.

Un proverbio dice che “la prima furbizia e’ il non apparire furbi”. L’homunculus italicus, invece, ostentando la furbizia trova facilmente ammiratori e imitatori. Preferisce dunque il proverbio “piu’ furbi, piu’ sorte”, cioe’ piu’ furbizia piu’ fortuna.

L’homunculus italicus confonde spesso la furbizia con l’intelligenza perche’ crede che sia necessaria l’intelligenza per essere furbi. I suoi miti sono i ciarlatani, i politicanti, i commessi viaggiatori, i venditori di enciclopedie e di pentole… e i prestidigiatori che hanno quella dote che li rende profeti, miracolati, unti di essenza divina perche’ possiedono quel “senso misterioso” che diventa “carisma” per l’homunculus italicus da sempre adulatore dei furbi di successo e dei potenti in generale.

L’adulazione e’ l’abbecedario nella scuola dell’homunculus italicus. In una stampa italica del XVII secolo si legge: “Dire bene di chi e’ grande, temere chi e’ forte, stimare chi e’ ricco, lodare chi vince”. Semplice ed esaustivo.

L’homunculus italicus pero’, nonostante non conosca un’accastracca di Storia perche’ non e’ cosa che serva alla sua sopravvivenza, sa che la fiaccola della vittoria passa da una mano all’altra alla velocita’ di un battito di ciglia. Percio’: “Francia o Spagna, purche’ se magna”. L’esercizio acrobatico di cambiar velocemente gabbana e’ dunque una specialita’ in cui l’homunculus italicus eccelle.

A proposito dell’habitat naturale dove l’homunculus italicus vive, Giacomo Casanova scriveva: “L’uomo che vuole farvi fortuna deve essere un camaleonte, un Proteo capace di assumere tutte le forme… Se e’ un uomo onesto, ha la mortificazione di doversi riconoscere per un ipocrita. E se detesta comportarsi disonestamente, e’ meglio che lasci quel luogo e vada a cercare fortuna altrove”.

Se le cose vanno male, l’homunculus italicus cerca sempre un capro espiatorio. Avendo sempre ragione, non ha mai colpe. Quindi, la storia dell’homunculus italicus e’ costellata di panegirici, ed anche i tradimenti, le fughe, le vigliaccate, diventano materia di lodi e di trionfo.

Forse accade ovunque, nel mondo, che chi vince abbia sempre ragione, ma per l’homunculus italicus ha piu’ ragione chi vince truffando, slealmente, senza fair play, senza onesta’. Pero’ le scorrettezze non devono mai essere palesi perche’ i veri campioni, quelli piu’ ammirati e degni di essere eletti alle piu’ alte cariche dello Stato, sono i disonesti che si dichiarano onesti.

E adesso i consigli dei nostri sponsor!

Il prossimo 6 e 7 giugno, quando sarai chiamato a scegliere chi ti rappresentera’ in Europa, non affidarti a quelle facce da beccamorti della Sinistra. Dai il tuo voto a chi meglio potra’ portare in giro per il mondo l’allegria e l’ottimismo di un Paese che vuol vincere.

Staccati dalla sfiga di chi tristemente ha sempre perso. Attacca sul tuo volto il sorriso del buonumore e dai il tuo voto a chi nella vita ha sempre vinto.

E ricorda… con VINALCOLVIT cio’ che attacchi non lo stacchi piu’!

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: