Pubblicita’ Progresso


Cara amica che il prossimo 6 e 7 giugno voterai per il Partito della Liberta’, tu che sei cosi’ attenta ai valori della famiglia, cosi’ sobria e misurata in ogni gesto, che ti pettini come Mara Carfagna e, sicuramente, non sei ne’ malvestita ne’ maleodorante, sono certa che se tuo marito ogni tanto, solo ogni tanto, durante le sue trasferte di lavoro si trattenesse a casa di amici, si fermasse da loro a cena e magari anche a dormire non ci troveresti niente di male.

Non ci sarebbe niente di male anche se la figlia di questi suoi amici, una ninfetta briosa ed esuberante non ancora diciottenne, si rivolgesse a lui chiamandolo “Papi” e per te sarebbe del tutto normale che tutti vostri conoscenti sapessero di questo strano gioco birichino fra ”Papi”, cioe’ tuo marito, e la ninfetta… persino Giuliano, il parrucchiere dove ogni settimana ti rechi e che, come ben sai, su queste cose resterebbe davvero muto come una tomba e non andrebbe mai a spiattellarlo in giro con nessuna delle altre sue clienti.

Sono sicura che a te, cara amica, tutto cio’ non darebbe alcun fastidio e quando tuo marito, stanco, tornasse a casa dalla sua trasferta lo lasceresti in pace perche’ sapresti come comportarti in situazioni del genere. Lo comprenderesti, lo ameresti e, certamente, non ti metteresti li’ a rompergli i coglioni chiedendogli: “Se non e’ tua figlia, mi spieghi perche’ quella ti chiama Papi?”

Che’ poi lo sai come andrebbe a finire: nascerebbe una piccola discussione che da piccola diverrebbe sempre piu’ accesa. Lui s’intorcolerebbe in spiegazioni poco convincenti e tu ti sentiresti presa per il culo. E tutto cio’ rovinerebbe l’atmosfera familiare… cosi’ tranquilla… cosi’ rilassata, e andrebbe a finire che per discutere ti perderesti pure la puntata di “Amici”. Perche’ rovinare tutto?

Ricordati che anche tua madre, parlandoti di tuo padre che spesso non tornava a casa, te lo diceva: “Gli uomini sono come dei bambini… ogni tanto compiono qualche marachella ma vanno perdonati perche’ noi siamo donne ed il nostro compito e’ star loro accanto e renderli felici”.

Ed ora: consigli per gli acquisti!


Siete stufi di sentirvi delle nullita’, circondati da amici che si spacciano per figli di vescovi e cardinali?

Non e’ detto che tutti debbano sapere che per i vostri diciott’anni i vostri genitori hanno organizzato in casa una festa che aveva per protagonisti un mago e un pagliaccio con l’accento bergamasco.

Debuttate in societa’! Da oggi, con un paio di forbici e VINALCOLVIT, la colla vinilica che non si stacca, potrete anche voi iniziare a vantarvi di essere figli di Papi!


VINALCOLVIT e cio’ che attacchi non si stacca piu’!


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: