Buon pranzo


Sapete che non amo le parole impregnate d’amicizia e bonta’ che si manifestano solo nelle date obbligate (come cani di Pavlov ci muoviamo all’unisono all’accendersi della lucetta natalizia, pasquale o di qualsivoglia festivita’) delle quali troppo spesso ci si dimentica una volta trascorsa la giornata. Ricambio comunque gli auguri che mi sono giunti (mi parrebbe maleducato non farlo) ricordando pero’ che oggi non in tutto il mondo e’ Pasqua.

Egocentrare tutto su di noi e sulle nostre abitudini ci fa talvolta dimenticare che per altri popoli e per altre credenze religiose la Pasqua, qualora faccia parte della tradizione, puo’ giungere in date differenti.

Infatti, nella citta’ invisibile dove io vivo, ormai, non se ne tiene piu’ di conto se non in quell’unico aspetto che e’ degno di nota, che interessa e che accomuna realmente tutti: donne, uomini, bambini, bianchi, neri, gialli, rossi, cristiani, musulmani, buddisti, atei, giovani, vecchi, poveri, ricchi, buoni, cattivi, stupidi, intelligenti, illusi, disillusi, di destra, di sinistra, di centro, reali e virtuali… Quello gastronomico.

Quindi, almeno a chi e’ fortunato da avere qualcosa da mangiare, auguro buon pranzo!

OKNotizie Vota questo post su OKNotizie!

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: