Concorde e’ stato l’auspicio


Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha avuto colloqui telefonici con il presidente egiziano Hosni Mubarak, con il presidente dell’Autorita’ nazionale palestinese, Mahmoud Abbas, e con il segretario generale della Lega araba, Amr Mussa.

«Concorde e’ stato l’auspicio, dinanzi alla drammaticita’ della situazione – si legge nella nota del Quirinale – che possano svilupparsi e avere successo gli interventi diplomatici attraverso i quali ci si propone di giungere a un cessate il fuoco, al ristabilimento della tregua tra le parti e al ritorno ad un dialogo di pace.

Che genialita’. A volte mi chiedo come faccia, certa gente, ad avere delle idee cosi’ strepitose… «Concorde e’ stato l’auspicio…»

Capito bene? «Concorde».

Ed io che immaginavo, invece, che arrivassero ad azzannarsi dicendo: «Distruggiamoli tutti! Ricacciamoli nella merda da dove sono venuti!» O qualcosa di simile.

Invece no… «Concorde e’ stato l’auspicio».

Certo che i governanti, quando si muovono, fanno davvero vedere perche’ sono loro che occupano le posizioni di prestigio e non altri. In effetti, sono dei fuoriclasse. Hanno davvero un livello intellettivo ed una preparazione superiore alla media.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: