Spagna – Italia: 2 – 0


Pare proprio che “Zapy” se ne fotta della “Corte dei Miracoli” italica che ruota intorno all’ometto dalle scarpette rosse, e che voglia davvero avviare la Spagna verso quei diritti civili che nel Paese del PD, del PDL, del Papa, del Parmigiano, della Pizza della Pasta, del Pallone e degli Psiconani (e tralascio tutte le altre “P”), sono stati, ahime’, barattati per un telefonino in piu’ e per i due culi “al plasma” delle veline.

Cosi’, mentre Ratzy, la Binetti, la Carfagna e tutta una schiera di parrucconi illustri, che sembrano appena usciti da una Versailles pre ghigliottina, continuano con la loro crociata moralizzatrice contro chi e’ omosessuale tentando di riportare l’Italia indietro di duecento anni, nella ex cattolicissima Spagna due lesbiche (sissignori, avete capito bene: “lesbiche”, cioe’ pervertite, disadattate, malate che hanno bisogno di essere curate, magari pure femministe), hanno ottenuto di poter essere madri biologiche dello stesso bambino. Una come gestante e una come donatrice dell’ovulo che verra’ fecondato da un donatore anonimo.

Che volete che vi dica? Non c’e’ piu’ religione!

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: