Parassitoidi

Il parassitismo e’ molto diffuso in natura. Diversamente dalla simbiosi, in cui la stretta relazione fra oggetti, azioni o persone diverse e’ finalizzata a trarne un beneficio reciproco, il parassita trae un vantaggio a spese dell’ospite creandogli un danno.

Esistono numerosi esempi di parassitismo, sia nel mondo animale che vegetale, che si esprime in diverse forme, ma il parassita, pur sfruttando le funzioni vitali dell’ospite sottraendogli risorse, non ne causa mai la morte, poiche’, essendo il parassita privo di vita autonoma, dipende dall’ospite al quale e’ intimamente legato.

Il parassita va distinto pero’ dal parassitoide. Il parassitoide a differenza del parassita propriamente detto, e’ una forma di transizione fra il parassita ed il predatore che, a sua volta, e’ invece dotato di vita autonoma, ha rapporti con piu’ vittime delle quali, nel rapporto alimentare, causa la morte. L’azione predatoria del parassitoide si esplica infatti nel terminare il suo ciclo di sviluppo causando la morte dell’ospite.

Un esempio cinematografico di parassitoide e’ il famosissimo Alien: nella sua forma iniziale l’endoparassita si sviluppa all’interno del suo ospite prima, di evolvere nell’ essere che ben conosciamo.

Nell’uomo, invece, il parassitoidismo si esplica soprattutto in ambito finanziario, ove il parassitoide, alla fine del suo ciclo, evolve sempre in una forma simile a quella dell’avvoltoio.

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: