Vietiamo Dante nelle scuole

Chissa’ cosa avra’ detto mai Sabina Guzzanti di cosi’ terribile, durante il suo monologo dell’ 8 luglio scorso, da indurre la stampa nazionale (tutta) a scrivere articoli che l’hanno etichettata come una bestemmiatrice…

Ho visto il video su youtube. Personalmente non ho trovato invettive particolarmente forti. Forse perche’, essendo laica, non seguo alcuna ideologia religiosa, quindi non riesco ad inquadrare le bestemmie di cui si e’ tanto parlato sui giornali, se non nella frase in cui si dice che qualcuno finira’ all’inferno. E quel qualcuno e’ il Papa.

D’altronde, se si da’ della bestemmiatrice a Sabina Guzzanti, allora si dovrebbe proibire la lettura della Divina Commedia nelle scuole.

Dante, nel Canto III dell’Inferno dice, riferendosi probabilmente a Papa Celestino V :

«Poscia ch’io v’ebbi alcun riconosciuto,
vidi e conobbi l’ombra di colui
che fece per viltade il gran rifiuto.»

Anche se l’identita’ di colui al quale Dante si riferisce non e’ certa al 100%, nel Canto XI, negli inferi viene comunque collocata la tomba di Papa Anastasio II. Cio’ vuol dire che, secondo il Divin Poeta, almeno un Papa all’inferno ci e’ finito.

Di tutt’altro spessore sono invece le parole tratte dal film di Spike Lee “La 25ª ora“, in cui il protagonista, Montgomery Brogan, nel suo monologo di fronte allo specchio, declama quanto potete leggere QUI. E non mi pare che, per certe frasi, Spike Lee sia stato etichettato come un bestemmiatore.

Annunci

6 Risposte to “Vietiamo Dante nelle scuole”

  1. davide Says:

    Gentile Chiara,

    non mi sembra che su tutta la stampa la Guzzanti sia stata definita bestemmiatrice, ma che, per lo più, sia stata criticata l’opportunità di quel intervento in quel contesto.

    Se si fosse trattato di uno spettacolo di satira nessuno avrebbe detto niente, ma trattandosi di una manifestazione contro il governo l’intervento della Guzzanti ha diviso l’opposizione e rafforzato il governo.

    Tanti saluti dal tuo Davide

  2. Chiara di Notte - Klára Says:

    Se si fosse trattato di uno spettacolo di satira nessuno avrebbe detto niente, ma trattandosi di una manifestazione contro il governo l’intervento della Guzzanti ha diviso l’opposizione e rafforzato il governo.

    Sei OT.

    Io affermo che la la gente “perbene” si scandalizza per parole come quelle della Guzzanti, oppure per fatti come quelli descritti oggi qui:
    http://www.mentecritica.net/esterno-lo-sberleffo-della-rana-colpisce-ancora/strange-days/finazio/4524/#more-4524

    E magari non e’ cosi’ indignata di fronte a fatti ben piu’ gravi e realmente devastanti.

  3. davide Says:

    Gentile Chiara,

    poichè siamo in democrazia la gente è libera di indignarsi e protestare. Naturalmente hai ragione quando fai osservare che la gente si indigna per una rana crocifissa e non per cose più serie.

    Nel caso della rana ci vedo una strumentalizzazione politica. Fra pochi mesi in Trentino Alto Adige ci sono le elezioni amministrative e i vari politicanti si fingono difensori della moralità pubblica per prendere qualche voto.

    Tanti saluti dal tuo Davide

  4. Chiara di Notte - Klára Says:

    a gente è libera di indignarsi e protestare

    La stessa liberta’ vale per collocare all’inferno chiunque si voglia.

    Dopotutto ciascuno/a di noi vi collocherebbe qualcuno in particolare e non vedo il motivo per riempire le pagine dei giornali con articoli del tipo “dagli all’untore” rivolti solo nei confronti dei dissidenti dell’8 luglio.

    Soprattutto quando accadono fatti ben piu’ gravi (vedi la questione della nuova tangentopoli che sta scoppiando).
    Per quei fatti, di cui ci sono LE PROVE DOCUMENTATE, TESTIMONIANZE, FOTOGRAFIE, INTERCETTAZIONI, addirittura il premier interviene come GARANTISTA facendo ventilare che la magistratura potrebbe aver preso un abbaglio…

    Invece di tacere come gli meriterebbe fare in questi casi fa capire che si STANNO REGGENDO LA PARTE l’UN L’ALTRO in una sorta di CONNIVENZA.

    Sono schifata.

    Permettimi di dire cio’ che penso. Tu sai che sono sempre stata distante dalle diatribe di questo genere, ma sono veramente schifata.

    Mi rivolgo alla classe politica:
    destra, sinistra, centro, sopra e sotto SIETE CORROTTI, FATE SCHIFO… TUTTI INDISTINTAMENTE.
    Ci vorrebbe un nuovo TSUNAMI che vi spazzasse veramente via una volta per tutte… allora si’ che la gente potrebbe ricostruire qualcosa di pulito.

    Avete portato l’Italia alla rovina. Rovina morale, etica, economica, sociale. Non esiste pena per lo sfacelo che avete causato TUTTI INSIEME, FINTAMENTE AVVERSARI, MA SOSTANZIALMENTE D’ACCORDO.

  5. davide Says:

    Gentile Chiara,

    “La stessa liberta’ vale per collocare all’inferno chiunque si voglia.”

    Sono perfettamente d’accordo. Comunque nessuno vuole impedire alla Guzzanti, che sarebbe vietatissimo dalla costituzione, di collocare all’inferno chi vuole o di criticare chiunque sia. Torno a ripetere che le critiche, soprattutto da parte del PD, si concentravano sul fatto che la Guzzanti ha detto quanto sopra in quella particolare occasione. Per il resto ammetterai che la libertà di informazione non è messa in discussione.

    “Mi rivolgo alla classe politica:
    destra, sinistra, centro, sopra e sotto SIETE CORROTTI, FATE SCHIFO… TUTTI INDISTINTAMENTE.”

    Sono d’accordo con te. Io non ho mai detto che Berlusconi è senza macchia, ma che è ladro come tutti gli altri.

    Però se analizzi le mosse della magistratura da tangentopoli in poi noterai che non tutti i ladri sono stati trattati allo stesso modo. L’altro giorno sul tuo blog un ragazzo di sinistra onesto ha detto che nelle regioni rosse si rubava come in quelle bianche ma che la magistratura ha chiuso un occhio. Ho molto apprezzato l’onestà di quel tuo lettore, perchè qualcuno mi ha detto che i magistrati non indagavano in una certa direzione perchè “i comunisti sono santi e non sanno neanche cosa vuol dire rubare”.

    Tanti saluti dal tuo Davide

  6. Chiara di Notte - Klára Says:

    sarebbe vietatissimo dalla costituzione

    Credi che a QUALCUNO freghi qualcosa della COSTITUZIONE?

    A quello li’ frega solo dell’atto costitutivo delle sue societa’, fidati.

    Non credevo che in italia si sarebbe avviato un processo di olgarchizzazione cosi’ veloce.

    Adesso ha tirato fuori un’altra PRIORITA’ (della quale nessuno sapeva nulla prima delle elezioni): l’immunita’ PER TUTTI i parlamentare.

    Cosi’ i ladri, i corrotti ed i mafiosi, amici di chi vince le elezioni, potranno essere eletti e potranno uscire dalle patrie galere.

    Prima CANCELLANO il voto di preferenza, cosi’ che i capi dei PARTITI decidono chi piazzare in parlamento, poi introducono l’immunita’ parlamentare ed il gioco e’ fatto.

    E GLI ITALICI STANNO A CAGAR… ehm… GUARDARE!

    Sia quelli da una parte che quelli dall’altra.

    PENOSI!!!

    FANNO SCHIFO…

    Ben venga Sabina Guzzanti.

I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: