Ma che cazzo di blog

Ma si puo?
Dopo Ughetto in Piazza eccone QUI un altro, anche lui di Bologna (ma sono tutti di Bologna quelli affetti da questo genere di disturbo?) che ha la vocazione del guru… ovviamente del sesso a pagamento del quale lui dice di essere grande esperto.
In Italia credo ci sia il record per quanto riguarda i programmi TV spazzatura ed i blog di questo tipo.

Certa gente vuol farsi notare… pur non avendo alcunche’ d’interessante per farsi notare. Vuol mostrarsi grande almeno in qualcosa, dopo un’esistenza basata sulla miniaturizzazione di ogni suo organo, iniziando da quello cerebrale per finire con quello sessuale.

Ecco quindi il proporsi di decine di personaggi patetici che cercano di sbarcare il “lunario esistenziale” in tale modo e tutti dichiarano di essere “grandi conoscitori” di puttane; adesso capisco perche’ le loro famiglie non riescono ad arrivare neppure alla terza settimana del mese.

Tengono sulle puttane un accurato database, le catalogano, redigono i bilanci delle loro attivita’, evidenziando i profitti e le perdite, annotano accuratamente le loro prestazioni. Stilano addirittura tabelle e sistemi di valutazione come il “fuckometro” che stabilisce, per mezzo di complicati calcoli, chi sia la puttana piu’ conveniente in termini di prezzo…

Gente malata. Dedichiamo loro una parola di commiserazione.

29 Risposte to “Ma che cazzo di blog”

  1. lucenera Says:

    Citazione: ” Ma scopare pagando è anche e soprattutto allegria, spensieratezza, gioia di vivere e divertirsi… cazzo si vive una volta sola…… “.

    Uno che scrive una cosa del genere è certamente il solito insicuro che non investe, per pigrizia, nemmeno un secondo del tempo che il creatore gli ha messo a disposizione per essere migliore.
    E’ condannato ad essere ciò che ha deciso di essere, è lo sfigato per eccellenza, colui che non differisce dal maiale se non per la diversa forma della coda, mentre uno ce l’ha a cavatappi, l’altro ce l’ha a forma di mignolo.
    Ecco, dico questo anche se confesso di aver letto solo poche righe del blog, a cosa servirebbe approfondire?
    Beh, sforzandomi un pochino potrei aggiungere che le negre costano poco e così se ne scopano di più….si vive una volta sola.
    Da quando nasciamo la nostra perfettibilità comporta grandi responsabilità, sofferenza e anche solitudine; lo spessore di un uomo lo si vede dalle rinunce che sa fare, disse qualcuno, lo conoscete per caso?

  2. Antonio Says:

    :-))))

  3. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    lucenera said…

    Uno che scrive una cosa del genere è certamente il solito insicuro che non investe, per pigrizia, nemmeno un secondo del tempo che il creatore gli ha messo a disposizione per essere migliore.
    E’ condannato ad essere ciò che ha deciso di essere, è lo sfigato per eccellenza, colui che non differisce dal maiale se non per la diversa forma della coda, mentre uno ce l’ha a cavatappi, l’altro ce l’ha a forma di mignolo.

    Cavolo, dici le stesse cose che penso anche io, solo che mi hanno accusata per tanto tempo di aver sputato nel piatto dove ho mangiato…
    Pero’ non riesco a cambiare il mio parere: credo che chi PER ABITUDINE usa rapportarsi con il sesso a pagamento, sicuramente qualche problema ce l’ha.
    Chi poi di tutto cio’ ne fa una scienza filosofica, allora e’ completamente “fuori”… anche se e’ grazie a chi era “fuori” che io ho potuto sopravvivere agiatamente.

    E’ ovvio che in presenza di clienti che del loro scopare donne pagate ne fanno una scienza, la devochka arguta si attrezza per fare della sua professione una scienza. Mi pare giusto.

    Pero’ anche se ho gestito una tabaccheria, preferisco evitare di fumare, e di questo i fumatori accaniti ormai avvelenati e senza speranza, me ne fanno una colpa.

    Mi pare un po’ il famoso “mal comune mezzo gaudio”🙂

    Ecco, dico questo anche se confesso di aver letto solo poche righe del blog, a cosa servirebbe approfondire?

    Ah, perche lo hai pure letto?
    A me e’ bastato guardare le figure :-)))

    Beh, sforzandomi un pochino potrei aggiungere che le negre costano poco e così se ne scopano di più….si vive una volta sola.

    Azzz… allora le zingare costano ancora meno…
    O no? :-)))

    Da quando nasciamo la nostra perfettibilità comporta grandi responsabilità, sofferenza e anche solitudine; lo spessore di un uomo lo si vede dalle rinunce che sa fare, disse qualcuno, lo conoscete per caso?

    Il mondo occidentale di oggi e’ ormai avviato su una strada che “piuttosto di far rinunce si stermina un’intera famiglia, citta’, nazione”.

    Lo spessore degli uomini e’ assai diminuito ultimamente🙂

  4. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    Antonio said…

    :-))))

    E’ un commento? O-o

  5. Dolce-Alexia Says:

    Spero che il tizio non pensa che una puttana deve essere pure gratificata di averlo conosciuto.
    Dai, sorella, un pò di circo ci vuole, no? :-))

  6. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    Dolce-Alexia said… Dai, sorella, un pò di circo ci vuole, no?

    Quando ho scritto il post ero indecisa fra due titoli: “che cazzo di blog” oppure “che blog del cazzo”…

    Ho scelto il primo titolo, ho fatto bene?🙂

    Comunque, sorellina, piu’ leggo… anzi non leggo… guardo le figure di questi cazzo di blog (e forum) e piu’ mi rendo conto di quanta sofferenza esista in questo cazzo di mondo🙂

    Nel cazzo di forum che conosciamo, prima che i “guru della fica” si lasciassero andare in voli pindarici politico-sociali (dei quali nessuno capisce un cazzo), c’erano un paio di 3D in cui c’era chi contava e faceva il conto delle sue scopate a pagamento, come se cio’ rappresentasse la misura del successo nella vita.

    Ecco, mi domando, come si fa a rappresentare il proprio valore in base AI SOLDI SPESI A PUTTANE?

    Io posso capire una devochka che basa il suo successo sui soldi incassati, ma un cliente che basa il suo su quelli SPESI mi pare solo un malato.🙂

  7. Dolce-Alexia Says:

    Chia®a di Notte (Klára) said
    Io posso capire una devochka che basa il suo successo sui soldi incassati, ma un cliente che basa il suo su quelli SPESI mi pare solo un malato.🙂

    Forse perchè non avendo successo con le donne nella vita privata, riescono ad averlo , pagando. Uno che si vanta in questo modo cosa vuoi che scriva? Delle bellezze femminile? Non mi sembra un poeta.

    Ps. Hai fatto bene a scegliere il primo titolo “Che cazzo di blog”. Perchè mi pare che quel blog è scritto non con la testa ma con il cazzo :-))

  8. davide Says:

    Gentile Chiara,

    capisco che sei commiserevole, ma fra tanti bei blog che ci sono vai a fare pubblicità ad un pisquano!

    Tanti saluti dal tuo Davide

  9. lucenera Says:

    ” Cavolo, dici le stesse cose che penso anche io, solo che mi hanno accusata per tanto tempo di aver sputato nel piatto dove ho mangiato… “

    Hai ragione anch’io ho notato ad esempio che il caro nick Illustre, che a parte tutto giudico un bonario e mi è virtualmente caro, nel suo blog a volte ritiene che quando parli della tua professione passata diventi noiosa, ripetitiva, logorroica…..allora mi chiedo: MA PERCHE’ AD UNA EX-PUTTANA VIENE CONTESTATO DI PARLARE DI ESCORTISMO? CHI PIU’ DI LEI POTREBBE FARLO MEGLIO?
    FORSE UN UOMO CHE NON C’E’ MAI ANDATO, TANTO PER DIRNE UNA A CASO MA NEMMENO TANTO A CASO?

  10. illustre1966 Says:

    @luce said: …ho notato ad esempio che il caro nick Illustre, che a parte tutto giudico un bonario e mi è virtualmente caro, nel suo blog a volte ritiene che quando parli della tua professione passata diventi noiosa, ripetitiva, logorroica…..

    Quando parla della sua ex professione OLTRE ad essere noiosa, ripetitiva, logorroica eccede nel magnificare una professione che è tutto meno che una BELLA PROFESSIONE: l’errore sta, secondo il mio modesto parere, nel farla apparire come una scelta di vita esemplare!

    Ma tanto lei rimane sulle sue posizioni, altrimenti dovrebbe mettere in dubbio tutta la sua essenza, ed io rimango sulle mie: sfido qualunque padre a portare ad esempio per le proprie figlie un tale futuro ed una tale vita.

    Duval in testa….

  11. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    sfido qualunque padre a portare ad esempio per le proprie figlie un tale futuro ed una tale vita.

    Eccolo qui, finalmente viene fuori l’errore, il maschilismo, l’imposizione patriarcale: il padre che possiede, che giudica e decide il futuro, cio’ che e’ bene e cosa e’ male.

    Ogni cosa e’ sua, la famiglia, la casa, la capacita’ economica, i desideri, i vizi che devono essere “perdonati”, le piccole marachelle che devono essere giustificate, i momenti di liberta’ che devono essere rispettati. Solo i suoi!

    Ogni cosa e’ sua, la gestisce lui, ne ha diritto, perche lui e’ il padre.

    Se ha un figlio maschio gli insegna a fottere quante piu’ donne che puo’ poiche’ questo fara’ di lui UN UOMO. Se la figlia e’ femmina deve sottostare a rigide regole morali o sara’ UNA PUTTANA.

    Il figlio maschio puo’ infrangere anche le promesse di fedelta’, puo’ dimostrare, tradendo, di essere macho, figo, potente come il papa’… la femmina deve fare la “ragazza per bene” e comportarsi in modo da non essere considerata una donna da poco.

    Mi pare un’ottima visione… condivisibile… si’🙂

  12. illustre1966 Says:

    Qui ti sbagli: non sarà ciò che insegnerò a mio figlio….

    Solo che anche lui è bellissimo…..quindi… ;-D

  13. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    Qui ti sbagli: non sarà ciò che insegnerò a mio figlio….

    Cosa non gli insegnerai? A non tradire la moglie?🙂

    PS: la bellezza dei bambini non significa una bellezza adulta. Anzi spesso e’ il contrario.
    PPS: La gente vive la sua vita eternamente drogata ed immersa in Matrix… Ma cosa accadra’ quando ci sara’ il risveglio e si trovera’ circondata da un mondo devastato?

  14. illustre1966 Says:

    Non gli insegnerò che tradire è una bella cosa: solo che essendo così bello, anche per lui non sarà facile resistere alle tentazioni di queste donne maliarde…e come dice w. allen in un film a suo figlio: “….ed alcune di loro si servono ad -intimo perverso-…” ;-D

    P.S. Vedi troppi film…soprattutto le stronzate come matrix: piuttosto guarda l’omonima trasmissione politica, almeno inizi a capirci qualcosina…

  15. Antonio Says:

    si è vero ! posso confermare! mia madre portava sempre con se le mie fotografie quando ero piccolo e le faceva vedere a tutti.
    Poi con il passare degli anni non solo a smesso di far vedere le mie foto ma anche di portarle con se.

  16. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    Vedi troppi film…soprattutto le stronzate come matrix: piuttosto guarda l’omonima trasmissione politica, almeno inizi a capirci qualcosina…

    Si’. l’avevo capito da come e da cosa scrivi che tu guardi tanta televisione italica🙂

    Io invece non la guardo quasi mai. Ritengo che sia la cosa piu’ demenziale che esista🙂

    Soprattutto le trasmissioni politiche alle quali ti riferisci🙂

    Si’, hai ragione, a volte mi capita di vedere qualche film; amo molto Mel Gibson come regista quando si propone in lavori storici come Passion o Apocalypto, oppure trasposizioni cinematografiche di romanzi quando sono fatte bene.
    Mi piacciono in lingua originale. Molti sono di produzione russa e dell’est in generale che, contrariamente a cio’ che si pensa in occidente, sono assai ben fatti.🙂
    Leggo inoltre molti libri (forse troppi). Anche quelli, ovviamente, in lingua originale. La mia biblioteca contiene cose che per te sarebbero illeggibili (comprendo i tuoi limiti linguistici), pero’ ne ho alcuni anche tradotti in italiano che potrebbero essere interessanti e che potrebbero sostituire la cacca mediatica che a voi italici PROPINANO come CULTURA.

    Potresti sforzarti di leggere ogni tanto, sai? Non sempre si riesce a comprendere la realta’ stando passivi di fronte ad uno schermo televisivo ad ascoltare un giornalista “venduto” che racconta cio’ che gli dicono di raccontare.🙂

  17. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    @ Antonio: Poi con il passare degli anni non solo a smesso di far vedere le mie foto ma anche di portarle con se.

    E scommetto che “a” iniziato a mandarti a “squola”🙂

  18. Antonio Says:

    si !!! :-)))))

  19. Flyingboy Says:

    illustre1966 said…

    Non gli insegnerò che tradire è una bella cosa: solo che essendo così bello, anche per lui non sarà facile resistere alle tentazioni di queste donne maliarde…e come dice w. allen in un film a suo figlio: “….ed alcune di loro si servono ad -intimo perverso-…” ;-D

    Woody Allen?
    Woody Allen????
    Woody Allen???????

    Certo una persona imagine. Un modello per le nuove generazioni insoma.

    Il giorno dopo non avevo impegni di lavoro, così accompagnai uno dei miei figli a una seduta con la psicologa, a casa di Woody. Aprii con la chiave nascosta sotto il portaombrelli accanto all’ingresso e mi ritirai nel solito salottino d’angolo a leggere Il legno storto dell’umanità di Isaiah Berlin. Woody, sapendo che mi avrebbe trovata lì, mi telefonò dagli studi. Chiacchierammo del più e del meno come facevamo sempre, più volte al giorno, poi riagganciai e mentre mi voltavo verso il centro della stanza scorsi, sulla mensola del caminetto, una mazzetta di foto polaroid: una ragazza nuda, con le gambe divaricate. Mi ci volle qualche istante per rendermi conto che si trattava di Soon-Yi.

  20. illustre1966 Says:

    @Cara chiara: quando avrai letto almeno la metà dei libri che ho letto io fammi un fischio….

    E non col “cerca” di google…

  21. Flyingboy Says:

    I approfondimenti sulla persona di Woody Allen, il genio e filosofo del nuovo millennio:

    «Vattene!» ripetei tra i singhiozzi. «Cosa dovrei dire ai ragazzi? Che il loro padre vuole sposare la loro sorella?» Ma lui non si mosse. Mi lavai la faccia. Volevo immergermi nella vasca.
    Rimase lì, in camera mia, a parlare e parlare. Per quattro ore.
    «Cosa le hai fatto?» chiesi.
    «Credo che sia stato positivo per lei. Le ha dato un po’ di fiducia.»
    «Fiducia in che?» esplosi. «L’hai indotta a tradire tutto e tutti. E hai il coraggio di dire che è un fatto positivo?»
    «Ti amo» continuava a ripetere lui. «Usiamo questo episodio per proiettarci in un rapporto ancor più totale.»
    «E il rapporto tra me e Soon-Yi? E che cosa proveranno gli altri?»
    «Dobbiamo tentare di lasciarci tutto alle spalle» suggerì, persuasivo.
    «Ma come è possibile far finta di niente? È mia figlia. La sorella dei tuoi figli.»
    «Mi dispiace. Ho perso il controllo. Non succederà più. Posso solo dire che mi dispiace.»
    «Da quanto?» domandai. «Da quanto va avanti questa storia?»
    «Non saprei. Qualche mese.»
    «Cosa significa “qualche mese”?»
    «Non so» ripeté. «Senti, è stata solo una cosa di poco conto che probabilmente sarebbe durata ancora solo poche settimane. Ho detto a Soon-Yi che non doveva aspettarsi niente. L’ho incoraggiata ad andare a letto con altri.»
    «Vattene.»
    «Senti, mettiamoci una pietra sopra. È stata una cosa da nulla. Un’aberrazione.»

    Mi scuso con chiunque ha sentito quel mal di stomaco e la voglia di vomitare leggendo questo tratto dalla biografia di Mia Farrow, (ormai ex ma in momento di dialogo qui sopra citato, moglie di Woody Allen) riguardante il racconto del momento (tragico e, come tutte le autentiche tragedie, paradossale) della scoperta, da parte di Mia, della relazione segreta tra Woody Allen e la sua figliastra.

  22. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    Cara chiara: quando avrai letto almeno la metà dei libri che ho letto io fammi un fischio….

    Ma va?🙂

    Ok dai, ho capito… ciao illu. Buona vita🙂

  23. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    Flyingboy said…
    I approfondimenti sulla persona di Woody Allen, il genio e filosofo del nuovo millennio:

    Pensa che c’e’ chi ha letto tutti i suoi libri… ne ha letti talmente tanti che fanno media e gli permettono di dire (non sapendo un cazzo di quanti libri possano aver letto gli altri) che lui ha una cultura sconfinata e non (come quella altrui) prodotta da Google…

    Sai flyingboy, a questo mondo c’e’ chi puo’ e chi non puo’…

    A noi, provenienti da ex paesi comunisti resta solo da leccare loro il culo perche’ loro sono TROPPO… TROPPO irraggiungibili…

    Parlano di comunismo in base alle valanghe di libri che hanno letto… loro… mica micio micio…

    E quello che non hanno letto lo hanno imparato da Mentana in TV🙂

    E pensare che anche qui, qualcuno, e’ riuscito a trasportare la cacca degli immondezzai vari… razzismo, odio ideologico, moralismo ipocrita, millanteria…

    Credo che dovro’ fare una bella pulizia.

  24. A-Woman A-Man Says:

    Io a puttane sono vergine. Ne so poco, solo per aver letto qualcosa.
    Sono un Ignorantone.
    Sono qui da tempo per capire qualcosa di un mondo per me inconcepibile, ed esotico. Esotico => quindi che in qualche modo mi attrae, sia pure al solo livello delle fantasie.

  25. siggy Says:

    Qui ti sbagli: non sarà ciò che insegnerò a mio figlio….

    Solo che anche lui è bellissimo…..quindi… ;-D

    Occhio però alle tue bellissime figlie… temo siano già nel mirino di Duval… è solo questione di prezzo…

  26. Anonymous Says:

    chiara!!! sparati!!! persone come te non so cosa ci stanno a fare in questa società.Sei solo una persona sisgustosa ormai irrecuperabile. sei e sarai una nullità per l’eternità

  27. Chiara di Notte - Klára Says:

    Anonymous said…
    chiara!!! sparati!!! persone come te non so cosa ci stanno a fare in questa società.Sei solo una persona sisgustosa ormai irrecuperabile. sei e sarai una nullità per l’eternità

    Ecco, ho atteso il momento in cui avrei avuto a disposizione un computer prima di pubblicare questo gentile commento, perche’ ritenevo fosse maleducato non rispondere immediatamente a questo “coraggioso” che non si firma.
    Ma forse ha un nome talmente ridicolo che si vergogna.

    Vogliamo fare un gioco?
    Vediamo chi indovina chi potrebbe essere…🙂

  28. davide Says:

    Gentile Chiara,

    “”Vogliamo fare un gioco?
    Vediamo chi indovina chi potrebbe essere… :-)””

    Ma chi indovina vince un premio?

    La verità è che chi ti insulta lo fa solo perchè muore di invidia.

    Se ti considerassero una nullità ti ignorerebbero e basta. Se ti insultano, kraccano, copiano il tuo blog ecc. è solo perchè leggendoti gli rode il fegato a constatare quanto sei brava a scrivere. Comunque non ti devi preccupare perchè l’invidia fa male alla salute e porta rapidamente nella tomba.

    Tanti saluti dal tuo Davide

  29. Chiara di Notte - Klára Says:

    Ma chi indovina vince un premio?

    Assolutamente no. E’ troppo facile capire chi e’.

    E’ quel pisquano autore del blog citato qui, il quale rientra perfettamente nella schiera di tutti quei portatori di problematiche psicologiche di cui parlo in un post piu’ recente argomentando sugli immondezzai.🙂

    Se solo sapesse che tutte quelle gentilezze che scrive su di me, e delle quali crede di essere sagace e arguto artefice, altro non sono che le solite banalita’ che molti altri hanno scritto…

    Poveretto. Si capisce che e’ uno che scrive molto e legge poco🙂

I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: