Lilith


Tratto da QUI

“C’era una volta la Grande Dea in Babilonia e uno dei suoi volti, Lilith. C’erano, a quel tempo, popolazioni pacifiche improntate all’uguaglianza fra uomini e donne. E c’erano i nuovi popoli, fra cui quello ebraico, spesso nomadi e dalla struttura patriarcale.
Gli ebrei dunque scrissero un libro sacro, la Bibbia.
Nel primo capitolo della Genesi, nella sua forma più antica, Dio, o, forse, gli Dei (Elohin, la parola con cui è indicato, è un plurale), diede origine al creato. E gli uomini furono creati insieme, maschio e femmina, Adamo e Lilith. Il settimo giorno, mentre l’energia divina della creazione riposa, Adamo e Lilith fanno l’amore. Lilith accoglie Adamo, che è sdraiato sopra di lei. Più tardi Lilith dice ad Adamo: “La prossima volta scambiamo le parti, e io sto sopra”. Adamo risponde “No” e Lilith argomenta: “Perché no, dal momento che siamo stati creati uguali?” Adamo ribadisce il suo no e Lilith decide di andarsene e si allontana senza guardarsi indietro. Va lungo le rive del Mar Morto, dove abitano scorpioni e serpenti e veleni. Adamo va a lamentarsi da Dio e Lilith viene maledetta: i figli che lei concepirà moriranno sempre, perché a lei non è dato partorire vita, ma solo morte. E Lilith si trasforma nella regina delle streghe e abita l’oscurità di Lucifero.
Nel secondo capitolo della Genesi, più recente, le cose si trasformano: Lilith scompare e di lei rimane solo un fantasma e appare Eva, la donna creata dalla costola di Adamo, la donna che non mette in discussione la posizione dell’uomo. Ad Eva resta il compito di introdurre l’oscurità nella vita umana, con quella sciocchezza di dar retta al serpente e mangiare la mela.”


Lilith la ripudiata, Lilith l’eterna girovaga, Lilith la maledetta, Lilith la strega. Incarnazione del male soltanto perche’ decide di non sottomettersi e perche’ Dio, privilegiando Adamo che ha fatto a sua immagine e somiglianza, dimostra di essere maschio. Maschio che non accetta alcun rapporto basato sull’uguaglianza dei due sessi, tanto che caccia, esilia, ripudia, maledisce, distrugge e cancella l’esistenza di ogni femmina che ha la forza ed il coraggio di affermare la sua dignita’.

Maschio che preferisce l’irrazionale al razionale. Lilith, alle origini, rappresenta intelligenza logica (infatti e’ l’unico personaggio nell’antica Bibbia che presenti un sillogismo, un ragionamento logico, pulito, coerente, stringente), ma non ponendosi in un ruolo subalterno, viene rimpiazzata da Eva che, invece, non ha problemi a sottomettersi. Eva incarna infatti l’irrazionale, il compromesso, l’inganno, la furbizia, la disonesta’ intellettuale.

Ma Lilith, diversamente da Eva, rappresenta anche la dignita’ della donna. Quella forza insopprimibile che porta la donna a scegliere di essere se stessa, qualunque sia il prezzo da pagare. Una forza che ancor oggi e’ viva in chi rinuncia a tutto ed accetta di essere ripudiata, esiliata e maledetta, pur di dire la verita’ in un luogo dove cio’ non e’ permesso.

Strano questo maschio che un giorno, stanco di Eva, della sua prevedibile sottomissione e dei suoi prevedibili inganni, inseguira’ Lilith persino all’inferno pur di possederla come avvenne la prima, indimenticabile volta.

Io sono la vergine, viso invisibile della scostumatezza, la madre-amante e la donna-uomo. La notte perchè sono il giorno, il lato destro perchè sono il lato sinistro, e il Sud perchè sono il Nord.
Io sono Lilith dai candidi seni. Irresistibile è il mio fascino perchè i miei capelli sono corvini e lunghi, e di miele sono i miei occhi. La leggenda narra che fui creata dalla terra per essere la prima donna di Adamo, ma io non mi sono sottomessa. (Joumana Haddad)

47 Risposte to “Lilith”

  1. illustre1966 Says:

    Adamo aveva poca fantasia!

    A me piace se lei sta sopra, fatico meno! ;-D

  2. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    Buon giorno Illu🙂

    Non credere che le cose siano molto cambiate da allora. Molti uomini hanno, nonostante blaterino tanto, poca fantasia per quanto riguarda il sesso e come soddisfare la partner.

    Come dice Bouche nel suo sfogo: “c’e’ chi recensisce scrivendo come se la figa fosse il proprio argomento di laurea, e la maggior di questi non sa scopare”.

    La posizione a “smorzacandela” variante “C” (con lei di spalle) e’ una delle favorite dalle donne sia perche’ con essa vengono stimolati determinati punti altrimenti non raggiungibili, sia per il “controllo” del movimento coitale. Infatti e’ la donna a dare il ritmo ed a stabilire la profondita’ di penetrazione piu’ adatta per il raggiungimento del suo piacere.

    Questo e’ il motivo per cui, a molti uomini, questa posizione piace meno, non avendo il controllo della situazione.

  3. illustre1966 Says:

    @Sfondi una porta aperta: se nel rapporto ti preme prima di tutto la tua soddisfazione personale sei destinato ad essere etichettato come dice bouche…

    Non mi parlare della variante “C” che al solo pensiero…..

    AAArrrrgggghhhhhhhhh………

  4. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    In ogni coppia c’e’ sempre una posizione sessuale “favorita” da entrambi e non rappresenta solo un modo di copulare. Essa assume un significato specifico nel rapporto ad un livello piu’ profondo.
    Stabilisce i ruoli ed il livello di confidenza e di trasgressione esistenti.

    Altra posizione che consiglio a chi non vuol sentirsi “Eva” al 100% e desidera, qualche volta, non avere “il peso dell’uomo” tutto su di se’ mentre lui si prende il suo piacere (piacere che e’ dato anche dalla consapevolezza di avere il “controllo”) e’ quella “dell’Amazzone”: l’uomo e’ disteso sulla schiena con le gambe leggermente divaricate.
    La donna, sta a cavalcioni e si sposta fino a che il suo pube non si trova vicino alla bocca del compagno. L’uomo la soddisfa oralmente mentre le accarezza i seni. La donna, allungando un braccio dietro di se’, lo masturba.

    Ti piace anche questa illu? :-)))

  5. illustre1966 Says:

    E poi alla fine si salta in piedi, si fa un bell’inchino e si urla: “I BULGARI!!!”???😀

  6. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    Stiamo andando fuori tema…

    A parte le battute vediamo se riesco a provocare ulteriormente: esistono due figure femminili, quella di Lilith e quella di Eva. Diciamo anche che quella di Eva rappresenta l’ideale dell’uomo. Ma e’ proprio cosi’?

    Inoltre, se vogliamo, possiamo addentrarci ancor di piu’ dentro l’animo femminile indicando con “Eva” la personalita’ di tutte quelle donne che non hanno solidarieta’ per le loro simili, reputandosi le uniche che meritano di sopravvivere con ogni mezzo, con ogni astuzia rispetto a tutte le altre. Utilizzando persino la malignita’ al fine di riuscire nel loro intento.

    Mentre la personalita’ “Lilith” e’ quella di colei che rispetta le sue simili e che, anzi, le aiuta in modo disinteressato, perche’ capisce il valore della dignita’, della correttezza, della coerenza e dell’uguaglianza.

    Quante donne “Eva” o donne “Lilith” conoscete?

    Vi attira di piu’ la prima o la seconda? Oppure l’ideale starebbe in un mix delle due personalita’?

    Ma e’ possibile un mix delle due? Come si fa a far coesistere queste due personalita’ di cui la prima e’ orientata all’inganno ed alla malignita’ mentre la seconda predilige la coerenza e la correttezza?

  7. davide Says:

    Cara Chiara,

    Anche se non c’entra molto con il vero significato del tuo post (il rapporto uomo donna), voglio specificare che della Bibbia, a differenza dei Vangeli (ci sono stati anche i Vangeli apocrifi), ne è sempre esistita una sola versione. Si tratta della raccolta in forma scritta di racconti che il popolo ebraico si tramandava in forma orale, da tempo immemorabile, di generazione in generazione. Per il resto è vero che nell’Antico Testamento il ruolo della donna era subordinato a quello dell’uomo. Però per un cristiano il Vecchio Testamento va visto alla luce del Nuovo Testamento dove il ruolo della donna non è, contrariamente a quanto dice qualcuno, per niente inferiore a quello dell’uomo.
    Per quanto riguarda le posizioni quando si fa sesso credo che sia interesse sia della donna, sia dell’uomo sperimentare sempre nuove posizioni.
    Purtroppo è vero che in questo l’uomo tende ad essere più pigro della donna, perché tende ad essere spesso ripetitivo.
    Perché un rapporto funzioni occorre che vi sia sempre tanta passione e tantissima fantasia. L’ideale è quella di affrontare ogni rapporto amoroso con un’intensità e una passione, quasi come se fosse la prima e l’ultima volta della nostra vita.

    Tanti saluti dal tuo Davide

  8. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    Però per un cristiano il Vecchio Testamento va visto alla luce del Nuovo Testamento dove il ruolo della donna non è, contrariamente a quanto dice qualcuno, per niente inferiore a quello dell’uomo.

    Vuoi dire che l’intera gerarchia ecclesiastica, compreso il Papa, e’ composta da NON CRISTIANI?

    Se esistesse l’idea di parita’ perche’ non dare anche ad una donna la possibilita’ di accedere a tale gerarchia diventando, all’occorrenza, anche Papa?

    Per cortesia adesso non parlarmi di Maria Maddalena e del desiderio di Gesu’ che, secondo il Codice Da Vinci, aveva designato lei come guida della Chiesa, perche’ cio’ farebbe degli attuali personaggi che la guidano degli USURPATORI.

    Cio’ che chiedo e’:

    La Chiesa (la gerarchia al completo) e’ formata da NON CRISTIANI?

    Perche’ e’ questo che si evince dal tuo commento.

  9. davide Says:

    Cara Chiara,

    “Ma e’ possibile un mix delle due? Come si fa a far coesistere queste due personalita’ di cui la prima e’ orientata all’inganno ed alla malignita’ mentre la seconda predilige la coerenza e la correttezza?”

    Se si parla coerenza e correttezza non vedo quale differenza ci sia fra uomo e donna: tutti i giorni incontriamo persone (non importa se uomini o donne) onesti e disonesti. Non credo che esista nessuna differenza in questo fra uomini e donne se non, forse, che ci sono un po’ più di disonesti tra gli uomini che fra le donne.

    Per quanto riguarda l’ideale di una donna che uno vuole non credo che i due steriotipi di donna di cui hai parlato sopra siano determinanti per la scelta di una compagna. Almeno per me sono altri gli elementi (onestà a parte) da considerare per stare con una donna.

    Tanti saluti dal tuo Davide

  10. davide Says:

    Cara Chiara,

    io non ho mai parlato della gerarchia eclesiastica ma della Bibbia. Una cosa è il messaggio una cosa è come è stato interpretato da degli uomini.
    Tra il resto non esiste fra i cristiani una chiesa ma tante chiese. I testimoni di Geova si rifanno alla Bibbia cristiana ma non riconoscono nè la Chiesa cattolica nè quella ortodossa. Eppure i testimoni di Geova riconoscono il sacerdozio alle donne. Ci sono anche altre confessioni cristiane che lo fanno e secondo me ogni chiesa ha la sua dignità.

    Chiese a parte io credo che ogni persona intelligente può leggere la Bibbia e ragionare su quello che c’è scritto senza dover sottostare al giudizio di nessuna chiesa.

    Tanti saluti dal tuo Davide

  11. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    Se si parla coerenza e correttezza non vedo quale differenza ci sia fra uomo e donna: tutti i giorni incontriamo persone (non importa se uomini o donne) onesti e disonesti.

    A meno che tu non incontri Lilith…🙂

    Ah gia’ dimentico che Lilith vaga in luoghi in cui gli uomini non sono benvoluti e che quindi non avranno mai modo di accedere per incontrarla.🙂

    Dopotutto e’ una maledetta, una strega, una che (pensa un po’ che pretesa) qualche volta vuol “stare sopra”.

    Vuol stare sopra NON PERCHE’ all’uomo piace quella posizione, non perche’ l’uomo vuol sperimentare, non perche’ ha tale concessione da parte del suo signore, ma perche’ COSI’ E’ GIUSTO CHE SIA e COSI’ LE VA.

    Perche’ Lilith non ammette che ci siano disparita’ nei rapporti e da eoni sta attendendo il momento in cui tocchera’ a lei “stare sopra”.

    Diversamente da Eva che invece accetta le disparita’ e crede di essere ripagata dalla furbizia.
    Ma e’ veramente furbizia? O e’ solo opportunismo? O, ahime’, e’ niente altro che stupidita’?

    Non e’ piu’ un segreto ormai verso quale parte propenda la mia personalita’ ed il mio modello.

    Lilith, come me, e’ una zingara senza mai fissa dimora ed anche io, come lei, sono destinata al ripudio e all’esilio.

  12. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    Davide, ti stai comportando come Eva…

    Non hai risposto alla domanda.
    Tu credi che oggi nel mondo sia presente UNA CHIESA, UNA SOLA che veramente interpreti il diritto di uguaglianza e di dignita’ di cui Lilith e’ stata la prima interprete?

    Esiuste una Chiesa o una qualsiasi RELIGIONE in cui una DONNA possa arrivare al massimo livello, cioe’ quello di PONTEFICE MASSIMO?

    La mia e’ una domanda retorica e pleonastica. Tutti noi sappiamo che NON esiste. Ne’ qui, ne’ la’, ne ad oriente ne’ ad occidente.

    E sai perche’ non esiste?

    Perche’ l’uomo VUOLE PERSINO IL CONTROLLO SULL’ANIMA.

    E se vuole il controllo sull’anima ti aspetti che non lo voglia anche sulla mente e sul corpo?

    Sai Davide, piu’ gli uomini si agitano nelle sabbie mobili della loro voglia di arrampicarsi sugli specchi, piu’ affondano nella melma.

    Non c’e’ bisogno di tanti discorsi filosofici e teologici per capire come stanno le cose da millenni e qui si ritorna al mio discorso di sempre: e’ ora di cambiare registro.

    Sta finendo il tempo della “bisboccia” per gli uomini in cui le donne si chiamavano tutte “Eva”. Adesso, fortunatamente, stanno nascendo sempre piu’ Lilith ed ogni Lilith fara’ del suo meglio per riappropriarsi della propria dignita’ fino a quando l’uomo non accettera’ quella proposta originaria scritta nella Genesi e cioe’ FARE A TURNO A STARE SOPRA.

  13. davide Says:

    Cara Chiara,

    “Diversamente da Eva che invece accetta le disparita’ e crede di essere ripagata dalla furbizia.
    Ma e’ veramente furbizia? O e’ solo opportunismo? O, ahime’, e’ niente altro che stupidita’?”

    Per quel po’ che vedo io non mi sembra che ci siano molte donne in giro che accettano le disparità. Mi sembra che anche la maggior parte degli uomini ormai accettino (magari mal volentieri) di trattare le donne al pari degli uomini. Certo ci possono essere dei violenti che picchiano le compagne, ma in questi casi le leggi sono molto severe contro questi comportamenti. Questo non vale naturalmente dove vige la legge islamica, perchè il Corano riconosce al marito il diritto di picchiare la sua moglie o le sue mogli (può averne quattro).

    Tanti saluti dal tuo Davide

  14. davide Says:

    Cara Chiara,

    “Non hai risposto alla domanda.
    Tu credi che oggi nel mondo sia presente UNA CHIESA, UNA SOLA che veramente interpreti il diritto di uguaglianza e di dignita’ di cui Lilith e’ stata la prima interprete?”

    Non è che non ho risposto alla domanda è che il punto è un altro: un conto è ciò che dice il Vangelo un conto è l’interpretazione che gli uomini ne danno.

    “Esiuste una Chiesa o una qualsiasi RELIGIONE in cui una DONNA possa arrivare al massimo livello, cioe’ quello di PONTEFICE MASSIMO?”

    Il capo della Chiesa anglicana è ufficialmente LA REGINA d’Inghilterra.

    Tanti saluti dal tuo Davide

  15. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    Questo non vale naturalmente dove vige la legge islamica, perchè il Corano riconosce al marito il diritto di picchiare la sua moglie o le sue mogli (può averne quattro).

    Davide ho forse detto che Allah e’ migliore di Jehovah?

    Io dico che OVUNQUE la donna (piu’ o meno) e’ considerata inferiore. Sia con le botte sia con i ragionamenti teologici la si vuol convincere che l’uomo ha diritto di GUIDARE e, se permetti, IO NON LO ACCETTO.

    Per cui me ne fotto di tutti i discorsi ideologici esistenti fra sostenitori dell’una o dell’altra rteligione.

    Cio’ che io invece desidero e’ un mondo in cui la donna ritorna ad essere, come all’origini, protagonista insieme all’uomo.

    Ma non protagonista PER GENTILE CONCESSIONE, perche le vostre quote rosa potete ficcarvele sapete bene dove…

    Protagonista perche’ e’ giusto che sia cosi’. Perche’ anche nei rapporti con l’anima la donna ha lo stesso diritto di guidare e stabilire le regole.

    Esattamente come nelle posizioni sessuali.

    O qualcuno, anche oggi in questo periodo (ipocritamente) illuminato, crede ancora che le femmine della specie umana siano INFERIORI e quindi NON IN GRADO di decidere?

  16. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    Suvvia Davide, mi pareva che il discorso proseguisse seguendo una linea di onesta’ intellettuale, non cercare di “cavillare” su elementi che non hanno consistenza.

    Non è che non ho risposto alla domanda è che il punto è un altro: un conto è ciò che dice il Vangelo un conto è l’interpretazione che gli uomini ne danno.

    E quindi?
    Quindi il PAPA e’ un NON CRISTIANO? E se e’ un NON CRISTIANO che ci sta a fare li’ a capo della comunita’ dei cristiani?

    Il capo della Chiesa anglicana è ufficialmente LA REGINA d’Inghilterra.

    Quindi in Inghilterra non riconoscono il PAPA come pontefice massimo?.
    Oppure la Chiesa anglicana e’ solo una “piccola sezione” appartenente alla Chiesa di Pietro in cui la regina e’ la “capo cellula”?

  17. davide Says:

    Cara Chiara,

    “O qualcuno, anche oggi in questo periodo (ipocritamente) illuminato, crede ancora che le femmine della specie umana siano INFERIORI e quindi NON IN GRADO di decidere?”

    Per quello che vedo io mi sembra di no. Almeno parlando con i miei amici non ho mai notato qualcuno che consideri le donne inferiori.
    Nel posto di lavoro dove sono ci sono più dirigenti donne che uomini anche se non mi sembra che ci sia molta differenza fra gli uni e le altre: in generale chi ha il potere tende a comportarsi sempre nello stesso modo.
    Poi nei rapporti di coppia tanti uomini amano farsi servire, ma se la donna sa farsi rispettare anche questi uomini muovono le chiappe e si danno da fare.
    Scusa adesso scappo per un po’ perchè c’è la mia mammina che mi chiama a cena(noi montanari mangiamo presto).

    Tanti saluti dal tuo Davide

  18. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    Per quello che vedo io mi sembra di no. Almeno parlando con i miei amici non ho mai notato qualcuno che consideri le donne inferiori.

    Vedi Davide, il mondo (ahime’) non e’ il tuo ufficio.

    Hai amici ecclesiastici che ti possano assicurare che al prossmo conclave verra’ presa in considerazione una donna?

    Se e’ cosi’ mi rimangio tutto. :-))

    Altrimenti vuol dire che ho ragione: chi guida le comunita’ religiose (e quindi quelle che riguardano l’anima) considerano che la donna non abbia un’anima degna di guidare. Neppure temporaneamente.

    Lo ritieni segno di UGUAGLIANZA?

  19. davide Says:

    Cara Chiara,

    “Suvvia Davide, mi pareva che il discorso proseguisse seguendo una linea di onesta’ intellettuale, non cercare di “cavillare” su elementi che non hanno consistenza.”

    Quarda che stai sbagliando, perchè io non ho cavillato ho detto solo che una cosa è il Vangelo, un’altra le interpretazioni che se ne danno. Io non ho mai detto che le interpretazioni che dà la Chiesa cattolica del Vangelo sono giuste, quindi io non devo giustificare nè la Chiesa cattolica nè altre chiese a cui non appartengo. Tra il resto ti faccio notare che io credo in Dio al 50% (il mio amico poliglotta, cristiano convinto, mi dice sempre che dovrei fare qualcosa per arrivare almeno al 51%).

    Però ti faccio io una domanda: potresti dirmi una sola parola che GESU ha detto contro le donne ?

    “Vedi Davide, il mondo (ahime’) non e’ il tuo ufficio.”

    Lo so benissimo, perchè nella maggior parte dei paesi poveri la condizione della donna sta peggiorando. Sempre più nel mondo mussulmano si affermano i movimenti fondamentalisti che chiedono e ottengono l’applicazione della legge islamica. Ebbene torno a ripeterlo per l’ennesima volta che il Corano afferma espressamente che la donna è inferiore all’uomo.

    Tanti saluti dal tuo Davide

  20. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    Davide?

    Din don! Ci sei?

    Non ho parlato di Gesu’ che, a mio parere, se e’ esistito, poteva anche essere una brava persona.

    Io parlo di CHI oggi guida le varie “sette religiose”. Quella islamica ma anche quella cristiana (in tutte le sue possibili ramificazioni), ma parlo anche di quella Taoista, buddista o che cavolo vuoi tu.

    Ma anche se vogliamo circoscrivere il discorso alle due piu’ “importanti” ed influenti vuoi forse dirmi che la “setta cristiana” considera la donna alla pari dell’uomo mentre quella islamica no?

    Ebbene, il mio parere e’ il seguente: nessuna delle due considera la donna degna di essere alla pari, solo che quella islamica lo ESPLICITA mentre quella cristiana lo TACE. E nel tacerlo compie una doppia scorrettezza.

    Ma, ovviamente, non potrebbe fare altrimenti. E’ il prezzo che deve pagare all’ipocrisia.

    Anche perche’ piu’ che di ANIMA si dovrebbe parlare di POTERE e CONTROLLO TEMPORALE al quale la Chiesa non ha mai rinunciato.

    Sai Davide, mi ritengo la persona piu’ maledetta, ripiudiata e scomunicata che esista. Una vera strega.

    Oltre a Lilith, naturalmente🙂

  21. davide Says:

    Cara Chiara,

    “Ma anche se vogliamo circoscrivere il discorso alle due piu’ “importanti” ed influenti vuoi forse dirmi che la “setta cristiana” considera la donna alla pari dell’uomo mentre quella islamica no?”

    Secondo me delle differenze ci sono perchè nel mondo mussulmano in genere la donna sta peggio che in quello cristiano. Comunque io non voglio in nessun modo difendere nessuna chiesa, perchè non faccio parte di nessuna di esse.

    “Sai Davide, mi ritengo la persona piu’ maledetta, ripiudiata e scomunicata che esista. Una vera strega.
    Oltre a Lilith, naturalmente”

    Le scomuniche valgono solo per chi è all’interno di una chiesa e ne viene espulso. Se tu non fai parte di una chiesa non puoi essere scomunicata.

    Comunque ti faccio notare che nella tanto vituperata società occidentale tu hai il diritto di essere tutto quello che hai detto e nessuno ti può torcere un capello.
    Il papa può dire (giustamenente) quello che vuole e tutti sono liberi (giustamente) di criticarlo. Negli ultmi 30 anni ho visto vignette satiriche sul papa di tutti i colori e nessuno a mai protestato. Però se qualche giornalino fa una vignetta che richiama anche vagamente Maometto succede una mezza rivoluzione.

    Tanti saluti dal tuo Davide

  22. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    Davide tu continui a glissare buttando “sul fuoco” altra carne ma eviti di rispondere.

    La tua affermazione era la seguente:

    Però per un cristiano il Vecchio Testamento va visto alla luce del Nuovo Testamento dove il ruolo della donna non è, contrariamente a quanto dice qualcuno, per niente inferiore a quello dell’uomo.

    Alla lucie di come stanno le cose e lasciando per un momento perdere il mondo islamico, secondo te la Chiesa e’ in mano a dei NON CRISTIANI? Cioe’ a persone che contraddicono l’insegnamento di Cristo?

  23. davide Says:

    Cara Chiara,

    “Alla luce di come stanno le cose e lasciando per un momento perdere il mondo islamico, secondo te la Chiesa e’ in mano a dei NON CRISTIANI? Cioe’ a persone che contraddicono l’insegnamento di Cristo?”

    Mi sembrava di aver risposto implicitamente. Secondo il mio modesto parere l’interpretazione che la chiesa cattolica (mi soffermo solo su questa) dà del Vangelo è sbagliata. Però riconosco il diritto della chiesa di dire le sue opinioni, come lo riconosco a tutte le religioni. Detto questo non credo che la posizione delle donne sia ugale in tutte le religioni, perchè in alcune la posizione delle donne è peggiore che in altre.

    Tanti saluti dal tuo Davide

  24. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    Detto questo non credo che la posizione delle donne sia ugale in tutte le religioni, perchè in alcune la posizione delle donne è peggiore che in altre.

    Si’, in alcune vengono fatte mettere a 4 zampe a leccare le scarpe del padrone e poi girate e sodomizzate…

    Ma, come Lilith, ci sono donne che amano, almeno a turno, la posizione smorzacandela… preferibilmente variante “C” :-)))

  25. Flyingboy Says:

    Ho dimenticato:

    Sopra – Sotto
    Sotto – Sopra

    E di fianco mai?🙂 .., guardandosi nei occhi e espirando stessa aria…

  26. Flyingboy Says:

    Lilith – Eva.
    Uomo – donna.
    Cattolicismo – Islamismo.
    Sinistra – destra.
    Bianco – nero.
    …..
    Ma cazzarola…

    Una via di mezzo mai no? O forse meglio un insieme con dosi svariate unici per ogni individuo. Capisco benissimo che per sbiancare il nero bisogna forzare il bianco.

    A me piace credere che il essere umano e il insieme di tutti i componenti religiosi – politici – filosofici…
    La ricchezza di ogni essere non sta nella estremizzazione di un idea, opinione, modus operandi ed il modo di esprimersi.
    La ricchezza e ugualmente nel anima, corpo e cervello.E nella constante crescita di tutti i componenti.

    Il problema del essere umano e che per la sua natura prende una idea favolosa e’ poi’ come insegnatoci dalla storia, con il tempo rovina tutto. E la idea originale, il nucleo da dove e partito tutto va dimenticata e marginalizzata, sommersa dalle interpretazioni libere che in quel momento facevano comodo.

    Mi spiego:
    Ammiro le idee di Marx – ma disprezzo Stalin
    Ammiro Gessu come Budha come tanti… (anche solo come idea) – non ammiro la chiesa, sette varie ed ogni tipo di messa in opera di un credo che si propone come verità assoluta e giustifica i mezzi per propagare la loro verità.
    Ammiro il bianco essendo consapevole che esiste solo perche e un insieme di un arcobaleno di colori (se uno mancasse il bianco non e piu’ cosi luminoso e accecante) – disprezzo il nero scuro totale ma sempre consapevole che una goccia di nero e presente in ogni colore.

    Forse l’unica suddivisione (ma mai estremata perche nella natura impossibile trovare le essenze pure di ognuno) che riuscirei mai a accettare fino a un certo punto e:
    Buono – cattivo (o forse meglio quello che e giusto e quello che non lo e).
    E come definire il giusto e quello che non lo e senza religione, istituzioni che le rappresentano, codice morale imposto dai altri (“perche noi stessi siamo tropo piccoli e insignificanti per affrontare certi argomenti da soli”)

    Accetto e ammiro la liberta di ognuno. Una liberta divina, scarnata di ogni concetto morale e filosofico,
    La LIBERTA che si basa su una regola sola: non occupare il spazio di liberta altrui.

    Ogni estremizzazione per scontato compromette la regola della liberta.
    La estremizzazione e forse utopicamente accettabile e destinata a sopravvivere per eternità solo in un vacum o riferita ad un essere umano in un isola deserta. Ogni essere sulla sua isola.

    Ma nessuno e un isola.

    Ho quasi dimenticato:

    Sopra – Sotto
    Sotto – Sopra

    E di fianco mai?🙂 .., guardandosi nei occhi e espirando stessa aria…

  27. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    E di fianco mai?🙂 .., guardandosi nei occhi e espirando stessa aria…

    Vedi, il “di sotto” o il “di sopra” raffiguravano solo degli esempi, ma a volte non e’ possibile mischiare le anime come fossero colori.

    Un’anima ingannatrice potra’ avere elementi di sincerita’ ma non sara’ mai nell’una e nell’altra.

    Ho piu’ volte detto che non amo il grigio (perfetta mescolanza fra bianco e nero) perche’ e’ solo un modo comodo per non prendere posizione.

    Fra l’altro, quella di fianco, e’ una delle meno soddisfacenti sia per l’uomo che per la donna e viene assunta solo quando si e’ stanchi entrambi. Quasi sempre prima di dormire. :-))

  28. davide Says:

    Cara Chiara,

    “Si’, in alcune vengono fatte mettere a 4 zampe a leccare le scarpe del padrone e poi girate e sodomizzate…
    Ma, come Lilith, ci sono donne che amano, almeno a turno, la posizione smorzacandela… preferibilmente variante “C” :-)))”

    Credo che fai un errore a mettere tutte le religioni sullo stesso piano. Tra il resto per quello che so io, non sono un esperto di religioni, mi risulta che le donne all’interno della religione dei testimoni di Geova possono raggiungere, e hanno raggiunto, tutti i massimi livelli.
    Però la cosa più importante è che la religione cristiana prevede la distizione tra stato chiesa: date a Cesare quel che è di Cesare… Nella religione mussulmamana questa distinzione non esiste e il Corano regola ogni aspetto della società.
    In fondo il nostro stato di diritto è una evoluzione di questa distinzione.
    Nella nostra società liberale tu non puoi essere scomunicata da nessuna chiesa se non fai parte di essa. Ogni religione può darsi delle regole che valgono solo per chi decide di entrarci.

    “Sai Davide, mi ritengo la persona piu’ maledetta, ripiudiata e scomunicata che esista. Una vera strega.”

    Più maledetta del Berlusca non credo proprio. Scherzi a parte in una società laica tu non puoi essere ripudiata, perchè nessuno è obbligato a sposarsi nè a convivere con qualcuno. Il ripudio è un istituto previsto nel Corano, ma nelle nella società occidentale la donna può lasciare il suo marito quando vuole.

    Anche le streghe se desiderano fare le streghe hanno le stesse tutele degli altri cittadini.
    Anzi se io te volessimo potremmo costituire una religione con lo scopo di adorare il diavolo. Se non violiamo qualche norma penale (e qui vale il principio della tipicità e della tassatività: deve cioè trattarsi di una fattispecie prevista come reato come rapina, stupro, furto ecc.), potremmo pregare Lucifero quando vogliamo. L’ordinamente giuridico ci tutelerebbe come gli altri cittadini, basta che non commettiamo dei reati.

    Tanti saluti dal tuo Davide

  29. Flyingboy Says:

    Chiara ha detto..
    Flyingboy ha commentato…

    Vedi, il “di sotto” o il “di sopra” raffiguravano solo degli esempi, ma a volte non e’ possibile mischiare le anime come fossero colori.

    Sui colori non ci siamo capiti. Io sono il primo di ammettere che la mia anima nonostante quanto volessi crederci, non e bianca accecante. Cromaticamente il bianco come colore non esiste per se. Il bianco si materializza solo quando si mettono insieme tutti i colori dell’ spettro cromatico. Non credo che ognuno di noi e fortunato di essere in possesso di tutti i colori.
    Ma trovando uno/a con il blu accentuato, quel blu che manca a noi come intensità, ma con un giallo intenso… si crea il bianco, o almeno si avvicina drasticamente.
    Il bianco per se e una utopia, il valore sinergico di mischiare i colori fa nascere il bianco brillante.
    Ed spesso basta la sola ricerca dei colori complementari per fare il bianco piu’ emergente.

    Un’anima ingannatrice potra’ avere elementi di sincerita’ ma non sara’ mai nell’una e nell’altra.

    I zingari giustificano menzogna in certi casi, ponedogli delle domande dirette vero?
    Per questo tutti i zingari sonno nient’ altro che bugiardi?

    Ho piu’ volte detto che non amo il grigio (perfetta mescolanza fra bianco e nero) perche’ e’ solo un modo comodo per non prendere posizione.

    Come avevo gia’ detto il bianco e un insieme di TUTTI i colori (se uno mancasse il bianco non e piu’ cosi luminoso e accecante) – disprezzo il nero scuro totale ma sempre consapevole che una goccia di nero e presente in ogni colore.
    Non vedo dove vedi il grigio.

    Fra l’altro, quella di fianco, e’ una delle meno soddisfacenti sia per l’uomo che per la donna e viene assunta solo quando si e’ stanchi entrambi. Quasi sempre prima di dormire. :-))

    Il mio Sotto-sopra era una figura simbolica di un rapporto UOMO-DONNA in generale. (difficilmente mi troverai di parlare di sesso esplicitamente come si potrebbe insinuare in mio discorso).
    Il intrigante e piacevole sta nella differenza. Nel scambio constante di sotto-sopra. Nel gioco di equilibristi in quale ogni salita del altro e piu’ alta di prima perche ce sempre il contrappeso del partner che per fare salire il altro spesso deve buttarsi in giu’ con la massima dedicazione sapendo che l’altro vola.
    Ma il vero divino, sta nei momenti “di fianco”.

  30. Flyingboy Says:

    Davide ha detto…

    Anche le streghe se desiderano fare le streghe hanno le stesse tutele degli altri cittadini.
    Anzi se io te volessimo potremmo costituire una religione con lo scopo di adorare il diavolo. Se non violiamo qualche norma penale (e qui vale il principio della tipicità e della tassatività: deve cioè trattarsi di una fattispecie prevista come reato come rapina, stupro, furto ecc.), potremmo pregare Lucifero quando vogliamo. L’ordinamente giuridico ci tutelerebbe come gli altri cittadini, basta che non commettiamo dei reati.

    Amen

    ciao Davide

  31. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    I zingari giustificano menzogna in certi casi, ponedogli delle domande dirette vero?
    Per questo tutti i zingari sonno nient’ altro che bugiardi?

    Non giustificano niente perche’ PER LORO NON E’ MENZOGNA.

    Come i ciukcha non giustificano giustificano adulterio la moglie che si accompagna con un ospite PERCHE’ PER LORO NON E’ ADULTERIO.

    La menzogna e l’adulterio albergano negli animi di altre culture ma di questo ne’ uno tzigano ne’ un ciukcha si preoccuperanno.

    Non e’ difficile da comprendere.

    Ci sono culture nelle quali e’ ammesso mangiare carne di vacca che altrove e’ considerata sacra ed altri esempi che ancora potrei portare.

    Io posso scegliere di essere cio’ che sono in ogni parte del mondo perche’ io appartengo solo a me stessa e nessuno e’ il mio padrone.

    Tu obietterai: “allora se una cultura ammettesse il cannibalismo tu mangeresti le persone?”

    Le scelte sono individuali e chi le fa se ne prende la responsabilita’. Anche quella di essere considerata bugiarda o adultera. Oppure quella di andare in prigione.

    D’altronde parli con chi ha professato la libera prostitutuzione non ritenendo tale mestiere sporco o infamante in un paese (l’Italia) in cui la maggior parte della gente (anche chi ne usufruisce) ha invece una pessima opinione delle prostitute.

  32. davide Says:

    Caro Flyingboy said,

    “”Anche le streghe se desiderano fare le streghe hanno le stesse tutele degli altri cittadini.
    Anzi se io te volessimo potremmo costituire una religione con lo scopo di adorare il diavolo. Se non violiamo qualche norma penale (e qui vale il principio della tipicità e della tassatività: deve cioè trattarsi di una fattispecie prevista come reato come rapina, stupro, furto ecc.), potremmo pregare Lucifero quando vogliamo. L’ordinamente giuridico ci tutelerebbe come gli altri cittadini, basta che non commettiamo dei reati.
    Amen
    ciao Davide””

    Comunque se ti interessa puoi entrare anche tu nella setta che adorà Lucifero: io e Chiara non abbiamo preclusioni; anzi in tre si prega meglio.

    Saluti Davide

  33. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    Comunque se ti interessa puoi entrare anche tu nella setta che adorà Lucifero: io e Chiara non abbiamo preclusioni; anzi in tre si prega meglio.

    Fermi fermi… io non ho intenzione di adorare proprio nessuno🙂

  34. davide Says:

    Cara Chiara,

    “Fermi fermi… io non ho intenzione di adorare proprio nessuno :-)”

    Se vedessi quanto è bello e splendente Lucifero non parleresti così.

    Tanti saluti dal tuo Davide

  35. Flyingboy Says:

    @Chiara sul ultimo commento……

    Sono pienamente d’accordo con tutto quello che hai detto. Speravo che tu lo sapessi gia’. E se leggi bene il mio primo intervento su questo post vedrai che su cose che hai detto siamo in piena sintonia.

    Scusami per la mia osservazione sui zingari e se mi sono spiegato male. I zingari per se non centrano niente con il concetto che volevo esprimere.
    Tu sai che la mia lingua madre non e italiano e forse la parola giustificare non era la più adatta.

    La menzogna e l’adulterio voglio credere non esistano neanche nel mio vocabolario.

    Tornando sul bianco e nero, quello che volevo dire sul argomento sopra e che anche se si trova una macchia di nero sul bianco, il bianco finche il colore prevalescente sarà sempre considerato il bianco. Permettimi di considerare il bianco puro una utopia, una utopia comunque verso quale ogni essere umano dovrebbe dirigersi.
    Chi nel camino non si e mai “macchiato” alzi primo il mano (parlo di macchie non “sporcamenti “ di quali parli te.

    E poi’ ti rispetterò, stai estremizzando le mie parole che alla fine parlano di stessa cosa che ormai dirò e riderro pensando quanto sono ripetitivo:
    Il mio unico DIO e IO.
    La mia unica chiesa e la mia LIBERTA.
    La mia unica religione e la liberta dei altri.

    Semplice no?

  36. Flyingboy Says:

    @Davide

    Il mio Amen stava per il concetto di libertà di mente e espressione, non la idea di setta particolare per se.
    So che lo hai detto in tono scherzoso, ma conosci già le menti che vagano qui per internet… li basta poco per lanciarsi con le accuse.

    Un semplice vivi e lascia vivere.

    Che bello il mondo che sarebbe cosi vero?

    E poi’ sono della opinione che solo chi rispetta (o pretende il rispetto per) se stesso riesce a rispettare veramente li altri. Almeno dovrebbe essere così.
    Solo chi ama se stesso, riesce ad amare gli altri. E viceversa (so che e confondente ma e cosi (in mia mente))
    Solo chi capisce veramente il concetto della liberta espressa in varie forme, che va in mano a mano con rispetto e sensibilità verso altrui, solo loro sono veramente liberi.

    Tutto il resto del mondo può scegliere di presentarsi dinfronte al loro Dio nel giorno di giudizio o andarsene al diavolo.

    Ma io ho una faccia da guardare nello specchio ogni mattina quando voglio farmi la barba.

    Per fortuna ce la moda di barba di 3 giorni🙂.E mi sta da Dio🙂.

  37. Flyingboy Says:

    Sulla menzogna , l’adulterio e la “cultura”

    In linea con il mio ragionamento, e il concetto della liberta di ogni individuo espressa in varie forme, prestando il rispetto di idee o ragionamenti o “cultura” se vuoi verso a chi abbiamo di fronte, che non ogni volta coincide con la nostra visione della libertà, credo vuole dire avere il rispetto (e in quel caso la libertà) verso le idee altrui.

    In parole povere:

    Se ai chukcha sta bene a condividere le loro mogli, e se IO dovrei sposare una , a me non andrebbe bene a condividerla (in termine sessuale intendo). Ma IO non li giudicherei MAI per questo finche sono tutti felici cosi. Semplicemente non sposo una chukcha.

    Se per i zingari, la menzogna non a nessun peso se li si porge la domanda diretta (e qui parlo di un rapporto tra due persone che si vogliono bene o semplicemente anno una certa confidenza) Io non giudico, ne ho voglia di cambiarli per pararli ai miei ideali. Semplicemente, se esistesse la menzogna tra due persone che si vogliono bene , ed IO sarei una delle due, a ME questo rapporto non andrebbe bene. Non giudicherei, ma saluterei e augurerei una bella vita.

    Se il cannibale andrebbe a mangiare uno che vorrebbe essere mangiato non potrei giudicare nemmeno quello (in termini filosofici).

    Certo, non voglio credermi pragmatico, lascio sempre il spazio per nuovi concetti (almeno nelle sfumature) della verità. Ma fino ad una prova valida contraria verso il mio ragionare, ho la liberta di accettare o no diversi modi di relazionare.

    Non credo che la menzogna ed il adulterio sono un trademark di un popolo o una cultura. Di fronte a me ci sono sempre e solo le persone. Quanto uno da il peso sulla menzogna o il adulterio e una questione puramente individuale. E i 9 milioni di puttanieri Italiani in un paese con il Vaticano confermano questa mia tesi. I stessi mariti ai quali la moglie infila la immagine di Maria nel portafogli.
    Ma i 9 milioni bastano per creare una cultura al punto che questa diventa socialmente accertabile?

  38. Devas Says:

    posizioni a parte…conosco da sempre Lilith… Eva è più facile da gestire…ma quante Lilith (anzi come Lilith)ci sono?

    blablabla

  39. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    @ Davide: Se vedessi quanto è bello e splendente Lucifero non parleresti così.

    Non lo metto in dubbio, altrimenti che cavolo di nome poco azzeccato🙂

    Pero’ lascio, chi ci crede, a godersi tutto questo splendore. Io purtroppo (o fortunatamente) vivo bene senza questi palliativi che servono solo ad “illudersi” che la “sfiga” e la “fortuna” della vita in fondo non siano “casuali” oppure determinate dal proprio comportamento, ma indirizzate da qualcuno o qualcosa che sta da qualche parte laggiu’ (o lassu’).

    Non voglio offendere nessuno quindi qui mi fermo. Chiedo gentilmente a chi ha convinzioni diverse di tenersele per se’. Non sono interessata ne’ a enciclopedie multimediali, ne’ a batterie da cucina, ne’ a “cure” per la mia anima.

    La mia anima pare abbastanza in salute e non ha bisogno di medicine.

    Poi c’e’ chi soffre d’ipocondria e allora si imbottisce di ogni cosa :-)))

  40. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    @ Flyingboy: Ma i 9 milioni bastano per creare una cultura al punto che questa diventa socialmente accertabile?

    Non dirlo… tu non sai… i nove milioni sono solo un’invenzione… non esistono… solo propaganda🙂

    In realta’ l’uomo italico e’ fedelissimo, tutto casa, stadio e famiglia🙂

    Non guarderebbe e soprattutto NON DESIDEREREBBE mai le altre donne oltre alla partner… ovvero… si’ un po’ le guarda, ma di sfuggita… alla TV… svogliatamente.🙂

    Se chiedi in giro, infatti, di puttanieri non ce ne sono… prova ad andare (per esempio) al ristorante la domenica oppure al cinema e guardati in giro… famiglie, bimbi, nonnette, coppie felici…

    Prova ad alzarti e a gridare: “c’e’ qualche PUTTANIERE QUI???”

    Vedrai che chiamano l’ambulanza e ti ricoverano. Perche’ i puttanieri non ESISTONO.

    Hai capito? Sono un’invenzione.

    N-O-N E-S-I-S-T-O-N-O

    Ed anche quelli su EF in realta’ sono tutti multinick dei soliti 2-3 imbecilli che lo frequentano🙂

  41. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    Devas said…
    posizioni a parte…conosco da sempre Lilith… Eva è più facile da gestire…ma quante Lilith (anzi come Lilith)ci sono?

    Vedi di non sbagliare, sai?

    Ci sono un sacco di “Eva” che fingono di essere Lilith ma che in realta’ portano solo una maschera superficiale.

    E’ facile sbagliare perche’ l’involucro (piu’ o meno) e’ lo stesso. Cio’ che cambia e’ il contenuto.

    Scusami se vado fiera del mio (contenuto) ma non sopporto quelle “Eva” che vogliono sembrare tanto indipendenti “semplicemente” mettendo (di nascosto) le corna al proprio compagno oppure “fregando” l’amica piu’ “figa” perche’ crepano d’invidia.

    Lilith non farebbe mai qualcosa del genere.

    Lilith ama le sue sorelle e non e’ mai in competizione con loro. Le aiuta disinteressatamente, cioe’ senza chiedere niente indietro, da’ loro REALE amicizia, cerca di comprenderle e con loro condivide un percorso comune fatto di stima e di crescita interiore.

    Purtroppo io, di Lilith, non ne conosco molte. Qualcuna si’ ma non moltissime. Tu quante ne conosci?

  42. Devas Says:

    Non sbaglio affatto! Credimi.
    Conosco tre Lilith: due sono in carne e ossa, hanno l’involucro.

    La terza: la conosci?

  43. davide Says:

    Caro Flyingboy,

    “Il mio Amen stava per il concetto di libertà di mente e espressione, non la idea di setta particolare per se.
    So che lo hai detto in tono scherzoso, ma conosci già le menti che vagano qui per internet… li basta poco per lanciarsi con le accuse.”

    Naturalmente la mia era un’affermazione paradossale. Quello che per me è importane è che nella nostra società ognuno può esercitare la religione o l’ateismo che vuole. Al limite può adorare Lucifero o Venere, basta con non commetta dei reati. Invece se vai in Iran o in Arabia Saudita puoi essere punito se hai un Vangelo. Credo che non dovremmo sottovalutare le nostre libertà.

    Saluti Davide

  44. davide Says:

    Cara Chiara,

    “Vedrai che chiamano l’ambulanza e ti ricoverano. Perche’ i puttanieri non ESISTONO”

    E io chi sono una paffutella ragioniera bergamasca.

    Tanti saluti dal tuo Davide

  45. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    Devas said…
    Non sbaglio affatto! Credimi.
    Conosco tre Lilith: due sono in carne e ossa, hanno l’involucro.

    Beh allora se sono tre non sono poi tantissime.

    Dal tuo commento precedente credevo che tu ne conoscessi molte di piu’🙂

    Perche’ non vuoi dirci chi sono? Timido? Riservato?

    Non credo ci siano problemi a citarle.

  46. Chia®a di Notte (Klára) Says:

    davide said…
    E io chi sono una paffutella ragioniera bergamasca.

    Collega!!! :-)))

  47. Devas Says:

    Chiara, io parlo di 3 Lilith!
    Due sono in carne e ossa, carissime amiche, persone fantastiche ma non facili per chi è abituato a Eva, anzi…🙂

    La terza, è Lilith

    Scorpioni, serpenti, veleni sono una delizia in confronto a involucri zeppi di nulla….

    Le streghe: Fate che trasgrediscono, belle, bellissime…e poi: chi lo dice che trasgrediscono😉

I commenti sono chiusi.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: