Érted nővér

Come ho scritto non amo fare e ricevere gli auguri durante le ricorrenze, inoltre non e’ mio stile scrivere post copia incollando testi di canzoni ma… girovagando nel mare del web mi sono imbattuta in questo.

Non e’ molto, lo so, e scrivendolo contravvengo pure alle suddette regole che mi ero imposta, ma per te lo faccio. E’ talmente bello, talmente appropriato che non posso fare a meno di donartelo.

Per te che è ancora notte e già prepari il tuo caffé
che ti vesti senza più guardar lo specchio dietro te
che poi entri in chiesa e preghi piano
e intanto pensi al mondo ormai per te così lontano.

Per te che di mattina torni a casa tua perché
per strada più nessuno ha freddo e cerca più di te
per te che metti i soldi accanto a lui che dorme
e aggiungi ancora un po’ d’amore a chi non sa che farne.

Per te che di mattina svegli il tuo bambino e poi
lo vesti e lo accompagni a scuola e al tuo lavoro vai
per te che un errore ti è costato tanto
che tremi nel guardare un uomo e vivi di rimpianto.

Anche per te vorrei morire ed io morir non so
anche per te darei qualcosa che non ho…

Annunci

2 Risposte to “Érted nővér”

  1. pisconzio Says:

    Io amo questa canzone…
    Ci sono due passaggi (seconda e terza strofa) veramente toccanti…pura poesia.

  2. davide Says:

    Cara Chiara,

    mi associo a quanto detto dall’amico Pisconzio, perchè anch’io amo questa canzone.

    Tanti saluti dal tuo Davide

I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: